0.8 C
Milano
16. 01. 2021 06:58

Sala sulla scuola e sui trasporti pubblici: «Siamo pronti: Milano ha messo in piedi un corposo piano d’azione»

Durante la conferenza del dopo Giunta il sindaco fa il punto sul tema scuola: tutti i dettagli

Più letti

#Ioapro, primo video da un ristorante di Milano: balli, musica e tavoli pieni. Il video

La fronda dei ristoratori che hanno annunciato l'apertura serale nonostante i divieti, corre per l'Italia ma non decolla. Gli...

Zona rossa, Fontana: «Faremo ricorso». La replica di Sala: «Qualcosa non torna nelle mosse della Regione»

I dati del monitoraggio Iss hanno confermato tutte le ipotesi: la Lombardia entrerà ufficialmente in zona rossa domenica. Nonostante...

Chi apre? I ristoranti riaccendono le insegne: al via la “rivolta” di #ioapro

Com’è ormai consuetudine nell’era digitale, tutto è nato sui social. In pochi giorni un tam tam che si è...

Il sindaco Sala ha definito durante la conferenza stampa del dopo Giunta tutti i dettagli che interesseranno la riapertura delle scuole ed il sistema di trasporti. «Siamo pronti ad affrontare ciò che verrà: Milano ha messo in piedi un corposo piano d’azione», ha affermato convinto il primo cittadino.

Scuola: ecco cosa succederà negli istituti milanesi a settembre

Il primo tema trattato è stato come prevedibile quello della riapertura degli istituti scolastici. Come già annunciato i nidi e le scuole per l’infanzia riapriranno il 7 settembre, mentre le scuole di grado superiore il 14 settembre come indicato dal Ministero dell’Istruzione.

«Il Comune accoglierà negli asili, come negli altri anni, 30 mila bambini – ha dichiarato il primo cittadino -. Nelle scorse settimane abbiamo risolto il problema di quei 3.000 bambini che rischiavano di rimanere esclusi. Quasi tutte le famiglie vedranno accolti i propri figli negli spazi indicati: sono veramente minimi i casi in cui i bambini saranno destinati ad altre strutture per evitare di sovraccaricare alcuni edifici piuttosto che altri».

conferenza stampa dopo giunta sala

L’ingresso nelle scuole dell’infanzia sarà preceduto dal controllo della temperatura attraverso appositi termoscanner. «Abbiamo acquistato diversi dispositivi per garantire il controllo della temperatura – ha sottolineato Sala -, così come dispositivi quali mascherine, guanti e visiere. Inoltre il Comune ha investito 6 milioni di euro per incrementare il personale ausiliare, che si occuperà della pulizia delle aule con maggiore frequenza».

Il controllo della temperatura non avverrà invece nelle scuole di grado superiore. «In questo caso ci atteniamo al protocollo sanitario previsto dal Governo», ha ribadito Sala.

Per evitare assembramenti davanti alle scuole in fase di ingresso e uscita verranno attivati tre tipi di soluzione. «Istituiremo aree “car free” nelle scuole in cui non sono presenti marciapiedi grandi o spazi per permettere di sostare distanziati in attesa del controllo della temperatura – ha spiegato il sindaco -. In queste aree la strada sarà chiusa alla circolazione per gli orari di ingresso e uscita. Davanti i plessi interessati da parcheggi abusivi sui marciapiedi installeremo tutta una serie di paletti. Dipingeremo anche sul suolo dei bollini, come avviene già sui mezzi pubblici, per indicare le distanze da mantenere».

Gli interventi di edilizia scolastica

Durante questi mesi estivi sono stati effettuati oltre 700 interventi di manutenzione sulle scuole milanesi per garantire la ripartenza in piena sicurezza. Laddove i lavori non potranno essere completati in tempo per il nuovo anno scolastico verranno adottati dei moduli temporanei. «Ci tengo a sottolineare che non saranno dei container», ha affermato Sala mostrando le immagini delle strutture che verranno adottate per alcuni plessi scolastici.

moduli scuola milano
I moduli mobili previsti per le scuole milanesi

Il nuovo servizio mensa

Per quanto riguarda la distribuzione dei pasti verranno adottate modalità differenti secondo le caratteristiche dell’istituto. «Milano Ristorazione ha già effettuato più di 1000 sopralluoghi – ha aggiunto Sala -. Da ciò che emerge finora gran parte delle scuole riuscirà a mantenere la funzione ristorativa nei refettori. In altri casi si utilizzerà un sistema misto: parte in refettorio e parte in aula. Solo in pochissime scuole, dove i refettori, per motivi di spazio, saranno utilizzati per le lezioni, i pasti verranno serviti interamente in aula».

Trasporti pubblici: tutto fermo in attesa del Governo

Sul tema dei mezzi pubblici il Comune attende novità da Palazzo Chigi. «Oggi si terrà una riunione tra Regioni, Anci e Governo – ha confermato Sala -. Speriamo già di avere entro lunedì un piano a cui ci atterremo pedissequamente. Garantiremo la sicurezza tramite tute le opere di monitoraggio possibile: i tornelli delle metro verranno bloccati in caso di affollamento, così come i pullman salteranno le fermate se troppo cariche».

Dal canto suo il Comune si impegnerà a dotare di dispenser di liquido igienizzante tutte le metro ponendo i contenitori subito dopo i tornelli. Il servizio di pulizia sui mezzi Atm verrà intensificato e i mezzi verranno dotati di nuovi sistemi di aerazione che permetteranno il ricambio dell’aria ogni 3-4 minuti.

In breve

#ioapro sbarca a Milano: il Don Lisander da domani riapre le porte

La protesta dei ristoratori #ioapro arriva a Milano. Uno dei protagonisti della mobilitazione sarà il Don Lisander, storico locale...

Potrebbe interessarti