18.9 C
Milano
18. 05. 2021 22:34

La sassaiola di San Siro divide, Majorino (Pd): «Rabbia sotto la cenere». Bestetti (Fi): «Ghetto fuori controllo»

Più letti

La sassaiola di sabato scorso contro le forze dell’ordine intervenute nella zona di San Siro dopo gli assembramenti per il video del rapper Neima Ezza riapre il dibattito sulla sicurezza dei quartieri popolari. Il tentativo di disperdere i ragazzi tra via Zamagna, via Micene e piazzale Selinunte ha scatenato momenti di guerriglia urbana che possono sottendere un malessere mai sopito nelle periferie di Milano.

Forze politiche. Per l’europarlamentare milanese, Pierfrancesco Majorino, già assessore nelle giunte Pisapia e Sala, «c’è una rabbia sotto la cenere nuova che è il frutto dei problemi di ieri e delle ferite aperte dal Covid. Suggerirei di non sottovalutarla per nulla», ha scritto l’esponente del Partito Democratico. Il presidente del Municipio 7, Marco Bestetti, in quota Forza Italia, parla di «ghetto completamente fuori controllo, dove lo Stato per anni ha finto di non vedere quello che stava accadendo». Il coordinatore dei giovani azzurri chiede «sgomberi di massa dei delinquenti che hanno occupato abusivamente senza guardare in faccia a nessuno. E Aler sia pronta a ristrutturare e riassegnare alle persone in graduatoria gli stabili sgomberati».

In Comune. Sulla stessa onda Alessandro De Chirico, vicecapogruppo di Forza Italia a Palazzo Marino: «Serve un piano di azione deciso con controlli porta a porta per schedare gli occupanti abusivi e rispedire a casa chi non ha diritto di stare qui». Alice Arienta, consigliera dem in Comune, punta su «un piano integrato dove sicurezza e coesione andassero a braccetto con azioni di educazione, sport e cultura. Il quartiere ha accumulato grandi problemi abitativi e fragilità che, purtroppo, si sono ingigantiti con l’emergenza sanitaria».

In breve

Scuola, si riaccende la protesta: occupato il cortile del liceo Parini

Gli studenti tornano a protestare. Questa mattina alcuni studenti del liceo Parini a Milano hanno occupato il cortile dell'istituto...