18.5 C
Milano
25. 06. 2021 03:32

Seid Visin, i genitori smentiscono: «Non si è tolto la vita a causa del razzismo»

Il papà del giovane calciatore smentisce la correlazione tra la morte del figlio e il razzismo

Più letti

La morte dell’ex calciatore della primavera rossonera Seid Visin ha colpito moltissimo l’opinione pubblica. Durante il suo funerale è stato letta una lunga lettera del giovane ventenne scritta qualche anno fa in cui raccontava le discriminazioni subite per il colore della pelle. Nonostante ciò la famiglia ha voluto smentire che il suicidio fosse legato al razzismo.

Il papà di Seid Visin: «Non è colpa del razzismo»

Walter Visin, il papà del giovane, si è limitato a raccontare alle telecamere di Telenuova, emittente locale di Nocera:«Il gesto estremo di Seid non deriva da episodi di razzismo».

«I genitori – si sente sempre nel servizio di Telenuova – escludono con fermezza quindi ogni correlazione tra il gesto e la pista razzista, e arrivano a parlare di strumentalizzazione delle parole di Seid Visin».

Probabilmente il razzismo non sarà stata la causa scatenante del gesto estremo, ma è difficile non pensare che non abbia influito sulla fragilità del ragazzo. Un pensiero che si riflette anche nelle parole del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato: «C’è forse qualcosa di profondo e di non solo personale in questa tragedia. Cui non basta più rispondere con una riflessione sociologica, ma pensando al senso della nostra esistenza umana. Ora però è il momento del silenzioso rispetto da parte di tutti».

 

 

 

In breve

Ancora guai per Morgan: il Tribunale di Milano dà ragione a Bugo

Tutti ricorderanno il famoso siparietto tra Bugo e Morgan durante Sanremo 2020. Oggi il Tribunale di Milano ha dato...