4.1 C
Milano
27. 11. 2020 00:18

A Sesto arriva il servizio taxi in stile “Manhattan”: l’idea dei tassisti locali

Più letti

Fontana: «Il Governo ci lascia in zona rossa fino al 3 dicembre»

«Nonostante la mia opposizione, il Governo intende mantenere in vigore fino al 3 dicembre le attuali misure restrittive e,...

Dal 2023 la prima linea ferroviaria a idrogeno

In Lombardia nasce la prima "Hydrogen Valley" italiana con una linea ferroviaria che avrà una flotta di treni a...

Autolaghi, rinasce lo storico Autogrill Villoresi

Abbattuto la scorsa estate, l'Autogrill Villoresi Ovest di Lainate (sull'autostrada dei Laghi), è tornato a nuova vita. Icona del...

A Sesto i tassisti del paese dell’hinterland si sono inventati un servizio in stile “Manhattan”. In che senso? 3 euro per ogni corsa all’interno del comune, ma solo se si ferma il taxi con la classica alzata di braccio vista tante volte nei film ambientati nella Grande Mela.

Il servizio. I taxi che offrono il servizio sono contraddistinti da un bell’adesivo verde riportante il prezzo della corsa. Certo non sarà come essere sulla Broadway e la quinta strada, ma con un’alzata di braccio ci si potrà muovere tra lo Stadio Breda e via Carlo Marx.

«Posso prendere un passeggero per 3 euro – spiega Paolo Bisi, tassista di lungo corso a Sesto -. Se durante il tragitto mi dovessero fermare altri clienti, posso caricarli, sempre a 3 euro a persona, compatibilmente con quello che impongono le restrizioni anti-Covid, che prevedono un massimo di due persone per veicolo».

Taxi
Taxi

Il servizio navetta per ora non funzionare alle stazioni taxi della fermata Sesto Fs o del Rondò, per non creare disparità con i 5, 6 colleghi del Radio Taxi che non hanno aderito all’iniziativa.

«Stiamo pensando di fare qualcosa per la corsa su chiamata telefonica – ha aggiunto Bisi -. Pensiamo a un prezzo massimo di 10 euro. Se il tassametro segna 8 o 9 euro, il passeggero pagherà quello, se indica per esempio 13, sarà comunque 10 euro».

L’idea del servizio taxi in stile navetta è venuta ad un altro tassista della zona, Claudio Carioti: ««Prima vivevamo con i viaggi d’affari, e il turismo. Viaggiando, nella vita, ho notato che in molte parti del mondo i taxi sono un servizio di trasporto più rivolto alla cosiddetta gente comune. Dobbiamo iniziare a cambiare clientela e mentalità, allargarci a un pubblico nuovo».

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

Dal 2023 la prima linea ferroviaria a idrogeno

In Lombardia nasce la prima "Hydrogen Valley" italiana con una linea ferroviaria che avrà una flotta di treni a...

Dal 2023 la prima linea ferroviaria a idrogeno

In Lombardia nasce la prima "Hydrogen Valley" italiana con una linea ferroviaria che avrà una flotta di treni a idrogeno, quella che collega Brescia-Iseo-Edolo...

Autolaghi, rinasce lo storico Autogrill Villoresi

Abbattuto la scorsa estate, l'Autogrill Villoresi Ovest di Lainate (sull'autostrada dei Laghi), è tornato a nuova vita. Icona del boom economico italiano, costruito nel...

Bollettino regionale, rapporto tamponi/positivi al 12,8%: Milano, +1.020

I positivi riscontrati in Lombardia nelle ultime 24 ore sono 5.697, con la percentuale tra tamponi eseguiti (44.231) e positivi che si attesta al...

Piano freddo, fino a 2.700 posti per i senza dimora

Con l'arrivo della stagione invernale scatta il Piano freddo del Comune di Milano per le persone senza fissa dimora, che quest'anno metterà a disposizione...

Potrebbe interessarti