15.6 C
Milano
28. 09. 2021 09:31

Pio Albergo Trivulzio: spunta un documento della Regione

Spunta un nuovo documento inviata dalla Regione all'albergo Pio Trivulzio

Più letti

Non si placano gli strascichi dell’indagine legata al Pio Albergo Trivulzio. Spunta fuori un documento inviato il 14 marzo dalla Direzione Welfare alla casa di riposo milanese in cui si raccomandava di tutelare con gli appositi dispositivi gli operatori a contatto con i pazienti Covid.

Il documento. La missiva inviata il 14 marzo recitava testualmente:«Ci sono difficoltà di approvvigionamento dei dispositivi di protezione ed è pertanto necessario tutelare in via prioritaria gli operatori che si stanno occupando dei pazienti Covid positivi».

Tuttavia, i bollettini della RSA fino al 3 aprile spiegavano che la struttura non era fornita di tamponi, in quanto dati in dotazione solo alle strutture ospedaliere. Di conseguenza diventava impossibile determinare con certezza chi fosse positivo o meno tra gli ospiti della casa di riposo.

In sostanza da quanto emerso pare che la Regione raccomandasse da un lato l’utilizzo dei dispositivi di protezione, ma dall’altro il Pio Trivulzio non fosse in possesso degli strumenti per monitorare lo stato delle infezioni all’interno dei propri locali.

In breve

Si torna a San Siro: il Milan si prepara ad ospitare l’Atletico Madrid

Dopo quella di due settimane fa ad Anfield contro il Liverpool, un’altra magica notte di Champions League attende il...