3.7 C
Milano
30. 11. 2020 08:48

10 luglio 1990: il “Komandante” Vasco assedia San Siro per la prima volta

Sono passati esattamente 30 anni dalla prima volta di Vasco a San Siro: un successo straordinario che lo consacrerà "re del rock italiano"

Più letti

Bollettino regionale, diminuisce la pressione sugli ospedali: Milano, +386

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.203, di cui 287 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (28.434...

Le piste da sci svizzere sono aperte. I milanesi ci provano?

Di aprire le piste da sci in Italia proprio non se ne parla. Tutto sommato i vicini svizzeri le...

Milano si accende tra sobrietà e speranza: in arrivo le luminarie natalizie

Sobrietà e speranza, sono queste le due parole che caratterizzeranno le luminarie natalizie in città in occasione delle prossime...

Era il 10 luglio del 1990: Vasco Rossi faceva il suo debutto a San Siro. «30 anni fa facevo il mio primo concerto a San Siro. Fu pazzesco.Il momento della rivincita. Della dimostrazione che la storia la facevo io col mio pubblico.Io con voi», così il Blasco si è autocelebrato sul proprio profilo Facebook.

L’inizio di un’era. Oggi Vasco è un’icona, ma quella calda sera di 30 anni fa nulla poteva esser dato per scontato. Il rocker modenese veniva da un periodo non facile: pochi mesi prima aveva rotto con gli storici compagni della Steve Rogers Band, nonostante l’ultimo album “Liberi, liberi” stesse riscuotendo un buon successo.

Inoltre proprio quella sera a Roma cantava in contemporanea Madonna. Insomma, una sfida a distanza per nulla facile da vincere. Inoltre San Siro fino a quel momento era stato il palco dei grandi artisti internazionali da Bob Marley nel 1980 a Bruce Springsteen nel 1985.

La sera del 10 luglio 1990 fu invece la consacrazione di Vasco come re indiscusso del rock italiano. Da quel momento nessuno gli toglierà più i gradi di “Komandante”. Il giorno dopo i giornali intitolavano “Vasco Rossi ha ucciso Madonna”. È l’inizio di un’ascesa senza freni: altri 28 concerti a San Siro tutti sold out.

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

La zona arancione non piace ai ristoratori: «Basta, siamo stremati. Torniamo in piazza»

Oggi riaprono i negozi, ma non ancora bar e ristoranti. «Basta, siamo stremati, senza ulteriori aiuti la ristorazione muore»,...

Le piste da sci svizzere sono aperte. I milanesi ci provano?

Di aprire le piste da sci in Italia proprio non se ne parla. Tutto sommato i vicini svizzeri le hanno già aperte. Ma è...

Milano si accende tra sobrietà e speranza: in arrivo le luminarie natalizie

Sobrietà e speranza, sono queste le due parole che caratterizzeranno le luminarie natalizie in città in occasione delle prossime festività. Una scelta voluta dall’Amministrazione,...

La zona arancione non piace ai ristoratori: «Basta, siamo stremati. Torniamo in piazza»

Oggi riaprono i negozi, ma non ancora bar e ristoranti. «Basta, siamo stremati, senza ulteriori aiuti la ristorazione muore», è il grido d’allarme rilanciato...

Cenone a Natale e Capodanno? Il decreto serve l’escamotage

Nel decreto emanato lo scorso 24 ottobre era presente una piccola falla nelle restrizioni legate al mondo della ristorazione. Mentre a bar e ristoranti...

Potrebbe interessarti