7.5 C
Milano
03. 03. 2021 10:20

Il Comune attacca l’Amsa: «Dove finiscono i proventi della vendita della differenziata?»

La denuncia è partita dal presidente della Commissione Ambiente Monguzzi: la situazione

Più letti

Milano, Non una di Meno approda a scuola: «Il rispetto delle donne si impara tra i banchi»

L’8 marzo è vicino e il movimento Non Una Di Meno che si batte contro la violenza sulle donne...

Malika Ayane, una milanese in Riviera: «Milano, sei settantotto città insieme»

Quinta volta, sempre in punta di piedi. Sempre eterea come solo Malika Ayane sa essere. Da Milano a Sanremo...

Arisa, l’ultima donna a vincere il Festival: «Che bello poter fare affidamento su se stessi»

Torna in riviera con una nuova consapevolezza Arisa: Potevi fare di più è il titolo del brano, cucito su...

È scontro tra il Comune e l’Amsa. In consiglio comunale la denuncia è partito dal banco del presidente della Commissione Ambiente Carlo Monguzzi: «Al cittadino che mi chiede che fine fa il compost – ha dichiarato -, devo rispondere di non saperlo. Come possiamo parlare di economia circolare se non sappiamo dove finisce quello che ricicliamo?».

La situazione. L’Amsa, in quanto gestore della raccolta rifiuti a Milano, non ha alcun obbligo nel dichiarare i proventi della vendita della differenziata e dalla termovalorizzazione dei rifiuti. Ed infatti Amsa non ha mai presentato una rendicontazione a Palazzo Marino: ogni anno vengono versati al Comune circa 12 milioni di euro di utili derivati dal riciclo dei rifiuti.

Tuttavia, come afferma Monguzzi, «mancano le informazioni sui ricavi lordi e sulle spese sostenute». Nella nuova gara d’appalto saranno così messi nuovi paletti che obbligheranno il gestore ad una completa trasparenza sui movimenti legati alla vendita dei rifiuti.

 

In breve

I Millenials sono già indebitati? Tanti prestiti nel 2020

Come è cambiato il rapporto dei millennials con il mondo del credito al consumo nell’anno della pandemia? Per rispondere...