festival della biodiversità
festival della biodiversità

Festival della Biodiversità: bussola a Nord

Undici giorni e oltre 100 eventi per riaffermare prima di tutto, nel Festival della Biodiversità, il valore di un così grande patrimonio naturalistico, per dire che il Parco Nord Milano è ancora oggi un tesoro prezioso, una gemma (verde, ça va sans dire) da preservare e far crescere. Si apre questa settimana il Festival, di scena da dodici anni a questa parte nel grande polmone verde che sorge a nord di Milano: quest’anno la manifestazione è stata persino inserita nella programmazione dedicata all’Anno europeo del Patrimonio Culturale (su decisione della Commissione Europea) perché anche natura, paesaggi ed ecosistemi sono capaci di raccontare storie dei territori e di plasmare la nostra identità.

CARTELLONE • L’evento è entrato ormai nell’agenda “post estiva” dei cittadini di Milano e in particolare dell’hinterland, soprattutto di coloro che quotidianamente fruiscono del Parco Nord per una passeggiata, per fare attività fisica o per passare qualche momento di relax insieme alla famiglia. I numeri ne danno conferma: lo scorso anno il Festival fece il pieno di visitatori, con oltre 25mila presenze nei 5 luoghi dedicati agli eventi, più di 1.500 iscrizioni agli eventi a numero chiuso, 70 espositori e oltre 100 appuntamenti per grandi e piccini.

Che anche quest’anno si ripetono e si mescolano, in un cartellone tutto nuovo che si articola nei luoghi classici del Parco Nord che torneranno così ad essere il palcoscenico della manifestazione diffusa: Cascina Centro Parco, Teatrino Breda, bunker del parco, padiglione Oxy.Gen, Villa Lonati Museo Botanico, Ortocomune di Niguarda e Villa Torretta. Fino a domenica 23 settembre largo dunque ad attività, laboratori, musica, buon cibo, spettacoli teatrali e momenti di divulgazione scientifica.

PATRIMONIO • L’evento di apertura è in programma domani alle 16.30 a Villa Torretta. Cosa significa patrimonio oggi? è il titolo del convegno inaugurale durante il quale si cercherà di come i parchi possono promuovere una comune identità nazionale e europea. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti. A seguire, dalle 20.00, aperitivo con i prodotti dell’Arca del Gusto e dei presidi Slow Food Lo chef Angelo Nasta del Ristorante Vico della Torretta. Tutte le info sul sito festivalbiodiversita.it.

LE MOSTRE
Venerdì 14 settembre si aprono ufficialmente tutte le mostre allestite per il Festival. Il taglio del nastro è alle 19.00. Saranno inaugurate le seguenti mostre: Custodi della biodiversità, a cura della cooperativa sociale Koinè in collaborazione; I risi della Lomellina, curata da Francesca Orlando; La Foresta di Białowieza di Grayna Chyra e Matteo Elio Siesa; Mostra collettiva di pittura, a cura de Il Sestante Centro di Ricerca e Cultura

PER I BAMBINI
Tanti gli eventi per i più piccoli. Sempre venerdì alle 21.00 c’è Ragliare alla luna, camminata fantastica a dorso d’asino (ingresso a 10 euro, prenotazione obbligatoria sul sito, max 25 posti). Venerdì 21 settembre andrà in scena Pipistrellata, una passeggiata nel parco alla scoperta delle abitudini di questo straordinario mammifero volante ingresso a 10 euro, prenotazione obbligatoria sul sito. Massimo 25 posti)

IN BICICLETTA
Non solo camminate. Durante il festival vengono organizzati anche diversi tour in bicicletta alla scoperta del parco e dei dintorni. Sabato alle 15.00 prende il via Biciclettando verso…, pedalata nel Parco Balossa, con partenza dal Bì-La fabbrica del gioco e delle arti di Cormano. Domenica alle 10.00 scatta il biketour da Villa Torretta a Villa Lonati, passando per il Mic, il Museo del cinema