11.4 C
Milano
26. 10. 2021 22:54

Da Amici a Milano, Enula: «L’altra parte di me»

La magentina Enula si prepara all’instore di piazza Duomo presentando il nuovo Ep Cont(orta)

Più letti

Cont(orta) è il nuovo Ep di Enula, artista che il pubblico ha conosciuto grazie all’ultima edizione di Amici. Il singolo ora in radio è Impronte, scritto insieme a Franco126 e prodotto da Dardust. La giovane artista magentina incontrerà i suoi supporter in alcune date instore e sarà alla Mondadori di piazza Duomo il 3 giugno alle 17.00.

A mente fredda, come valuti la tua esperienza ad Amici?
«È stato un successo. Ha rappresentato una grande crescita sia dal punto di vista professionale che umano. Difficile e impegnativa per lo studio, ma anche perché non è semplice convivere tutti i giorni con altre persone, trovare un’organizzazione e un equilibrio. Se tornassi indietro lo rifarei centomila volte».

Abbiamo visto la te più vera?
«È uscita una parte di me, ma non sono riuscita a mostrare totalmente quello che sono. Probabilmente altri aspetti della mia personalità usciranno più avanti».

In Llorona, ad esempio, canti in spagnolo mettendo in risalto un aspetto della tua personalità che ad Amici non era emerso.
«Adoro lo spagnolo! Ho vissuto in Costarica e lo parlo molto bene. È una lingua a cui sono affezionata: ad Amici non ho mostrato questo lato, non ce n’è stato il tempo. Nell’Ep ho aggiunto Llorona per lanciare una monetina, per segnalare al mio pubblico che faccio anche questo. Quando canto e scrivo in spagnolo, mi sento totalmente a mio agio».

Il brano Con(torta) è il tuo manifesto?
«Per ora Contorta riassume bene quello che sono. È una descrizione di come mi sento in questo momento. Mi ci rivedo».

Franco126 e Dardust. Qual è il punto di incontro tra la tua e la loro musica?
«Apprezzo il modo di scrivere di Franco126. Collaborare è stato un successo, quasi come vincere Amici. Quando ci siamo incontrati è stato un bel momento, scrivendo abbiamo creato una bella sinergia. Dardust, invece, è un artista assoluto: avere nell’Ep un pezzo arrangiato da lui è un orgoglio. Ci siamo trovati dal punto di vista umano e professionale».

Come mai hai scelto di inserire due cover?
«Considero l’Ep come la conclusione di un percorso. La musica che non c’è e Gabriel hanno riscosso un certo successo nel programma e mi è sembrato giusto inserirle. Sono due pezzi a cui sono legata e che ho interpretato con emozione e dedizione».

Prossimi impegni?
«Ora mi concentro sugli instore, poi spero di poter cantare anche dal vivo, aprendo i concerti di altri artisti».

In breve

“Missile a Salvini”, il giudice archivia: «Un elemento d’arredo»

Il giudice per le indagini preliminari Roberto Crepaldi ha archiviato, su richiesta del pubblico ministero, l'indagine avviata dalla Digos di...