20.6 C
Milano
17. 05. 2022 02:12

Area B a Milano: telecamere accese e nuovi divieti, ecco cosa cambia

Chi può entrare, da quando è attiva e quali veicoli non possono circolare

Più letti

Telecamere accese e nuovi divieti in arrivo per l’Area B a Milano, ecco cosa cambia, chi può entrare e quali veicoli non possono invece circolare.

Area B a Milano, le telecamere sono ora accese 

Il Comune di Milano ha fatto sapere che ad aprile è terminato il ciclo di pre-esercizio delle ultime telecamere installate di Area B, portando a 188 il numero di varchi funzionanti: il perimetro è ora completamente chiuso e consente un monitoraggio completo sugli ingressi veicolari nella ZTL.

Che cos’è l’Area B a Milano

Nata nel 2019, Area B a Milano è una zona a traffico limitato con divieto di accesso e circolazione dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30 (festivi esclusi) per i veicoli più inquinanti e per quelli con lunghezza superiore ai 12 metri che trasportano merci. Si tratta della ZTL più grande d’Italia e tra le più grandi d’Europa che copre circa il 72% dell’intero territorio comunale e il 97% della popolazione residente e delinea un’area a basse emissioni inquinanti vietando in modo graduale e progressivo i veicoli più vecchi e responsabili delle emissioni più inquinanti, in particolare il Pm10 e il No2 (biossido di azoto), per migliorare la qualità dell’aria in città.

I numeri dell’Area B

Amat (Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio) ha analizzato i flussi delle auto attraverso i varchi, con un particolare focus sul mese di aprile ed è emerso che lo scorso mese sono stati rilevati una media di 614mila transiti medi per giorno, di cui lo 0,9%, circa 5.600 ingressi, è riferibile a quelli in deroga al divieto ambientale che utilizzano i 50 ingressi annui consentiti. Nello stesso periodo i varchi maggiormente congestionati sono risultati quelli di via Enrico Fermi, viale Scarampo e viale Forlanini. Mediamente gli ingressi giornalieri rilevati in aprile negli orari in cui sono attivi i divieti rappresentano il 77,2% del traffico veicolare complessivo giornaliero sulle 24 ore. I dati dei varchi hanno permesso di contare anche quanti sono attualmente i veicoli inquinanti in deroga che entrano in città utilizzando i 50 ingressi annuali consentiti: dall’entrata in vigore dei primi varchi di Area B, nel giugno del 2021, allo scorso 20 aprile, sono in totale 94.456.

Cosa succede se entro in Area B a Milano e quali veicoli non possono circolare in Area B

Per i veicoli per cui scatterà il divieto di ingresso il prossimo ottobre, sarà possibile aderire al MoVe-In. Il veicolo registrato potrà circolare liberamente in qualsiasi fascia oraria, fino a un tetto massimo di km/anno stabilito in base alla sua tipologia e classe ambientale. Fino al 30 settembre del 2024 per gli Euro 2 a benzina è prevista la libera percorrenza fino ad un massimo di 600 chilometri all’anno, per i diesel euro 4 fino ad un massimo di 1800, mentre per i diesel euro 5 fino ad un massimo di 2000. L’adesione a Move-In potrà essere effettuata a partire dal 1° settembre 2022, con attivazione del monitoraggio dal 1° ottobre 2022.

Da quando è attiva Area B Milano? 

Chi accede nell’Area B a Milano senza averne diritto viene sanzionato con una multa compresa tra 163 e 658 euro. In caso di recidiva nel biennio, se si commette la stessa infrazione due volte in due anni, va incontro alla sospensione della patente da 15 a 30 giorni. L’Area B Milano sarà riattivata dall’1 ottobre 2022, dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:30, festivi esclusi. Brutte notizie quindi per chi si aspettava agevolazioni per favorire il ritorno al lavoro dopo mesi di smart working. Per tutti gli approfondimenti sull’Area B a Milano visitate il sito del Comune di Milano.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...