muse
muse

Dal 1992 ad oggi i Muse hanno avuto un’enorme evoluzione stilistica, facendo della sperimentazione sonora ed ultimamente anche di quella testuale, un vero e proprio tratto distintivo. Lo stile è molto particolare dato che mischia sapientemente vari generi come elettronica e rock progressivo.

La maggior parte dei testi delle loro canzoni sono composti dal frontman Matthew Bellamy e trattano temi riguardanti apocalisse, alieni, guerra, vita, politica e religione.

Simulation Theory è l’ottavo album della band, uscito alla fine del 2018 con un distacco enorme rispetto all’album precedente, Drones e in generale alla discografia pregressa. In questo nuovo lavoro, infatti, la band ha abbandonato le atmosfere oscure per avvicinarsi maggiormente ad influenze pop anni Ottanta.

Anche il tema principale cambia: qui si parla di realtà virtuale e realtà simulata, base della nostra quotidianità. Il Simulation Theory World Tour sta portando il gruppo britannico in giro per il mondo, prima in America e ora in Europa. I due appuntamenti live di domani e sabato a San Siro saranno aperto dagli Amazons, dal trio californiano Mini Mansions e dal cantautore Nick Cester.

Atm informa che, proprio in occasione delle due serate, le linee M1 e M5 resteranno aperte oltre il normale orario di servizio. Dopo 00.20, tutti i treni della rossa viaggeranno soltanto da Lotto verso Sesto FS, con ultima partenza da Lotto all’1.20. I treni della M5 viaggeranno in entrambe le direzioni, con ultime partenze dai capolinea di San Siro e di Bignami all’1.00. Saranno chiuse le stazioni M5 di San Siro Ippodromo e Segesta. I parcheggi di Molino Dorino, Lampugnano e Bisceglie resteranno aperti fino alle 2.00 con servizio navetta con lo stadio.
Domani e sabato 13 luglio alle 20.45
Stadio San Siro
Via Piccolomini 5, Milano
Biglietti: da 42,55 euro su ticketone.it


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/