12.5 C
Milano
17. 05. 2021 06:49

Quattro domande a Merk & Kremont: «Che feeling con Milano»

Il duo si racconta tra nuove uscite e il rapporto con Milano

Più letti

Il vostro nuovo singolo si chiama She’s wild. Quando nasce?
«Prima del Covid, quando si poteva viaggiare. Siamo andati a Londra per fare delle session e siamo finiti in studio con un ragazzo di nome The Beach. È molto talentoso, ha lavorato anche con Vintage Culture».

Siete abituati a girare molto. Come avete vissuto un anno così a livello di creatività?
«Passando più tempo in studio. Lavoriamo con l’entusiasmo di chi lo fa per passione, arriviamo la mattina e ce ne andiamo la sera. La creatività serve per la prima idea, poi occorre tanta metodicità perché ci sono degli standard che cerchiamo di mantenere col nostro stile».

Quale credete sarà il sound di quest’anno?
«Nel mercato italiano si sono confermati e stabiliti nuovi trend, nell’elettronica internazionale c’è stato un forte calo della musica club. Non potendo suonare, non puoi sapere cosa piaccia al pubblico. È nato un nuovo stile che si chiama Slap House, evoluzione di quello che era l’EDM, ma in una chiave più moderna e pop».

Due milanesi a Milano. Che cosa vi piace di questa città?
«C’è quel feeling particolare dove tutti si conoscono. La maggior parte degli addetti ai lavori sono qui. Per chi fa il produttore di musica italiana Milano è perfetta, poi è chiaro che per quella internazionale bisogna spostarsi».

In breve

Fontana conferma le parole di Bertolaso: «Tutti vaccinati entro luglio»

Dopo il consulente Guido Bertolaso anche il governatore Attilio Fontana ha confermato che entro luglio tutti i lombardi riceveranno...