18.5 C
Milano
12. 05. 2021 20:02

Senhit si prepara per l’Eurovision: «Quanto vorrei Flo Rida con me»

Parola di Senith, che si appresta a rappresentare San Marino all'Eurovision Song Contest 2021

Più letti

Torna dieci anni dopo la sua prima partecipazione alla kermesse europea Senhit, artista italo-eritrea in gara con Adrenalina, brano che si avvale della collaborazione con il rapper statunitense Flo Rida.

Quanto c’è di Senhit in questo pezzo?
«Tantissimo, a partire dalla scelta sonora che richiama le mie origini eritree, passano per il titolo che ho voluto mantenere in italiano, perché all’inizio il pezzo si chiamava Adrenaline. È una canzone cercata e lavorata, realizzata assieme ad un team di produzione internazionale, autori e musicisti sparsi in giro per il mondo. C’è stato un bellissimo mix di consigli, di sapori e di culture diverse».

Un brano impreziosito dal cameo di Flo Rida: quali caratteristiche più apprezzi del suo modo di fare rap?
«Lui è stratosferico, un rapper di fama mondiale, anche se rimane nel mio immaginario meno “commerciale” di altri suoi colleghi, come Pitbull o Sean Paul. La scelta di Flo Rida è arrivata per caso, cercavo una voce che mi aiutasse a creare delle belle barre, lui ha appoggiato subito l’idea, apprezzando tantissimo il brano. Incrociando le dita, spero vivamente di riuscire a portarlo con me a Rotterdam, sarebbe davvero fantastico».

Riguardo la messa in scena, cosa puoi anticiparci?
«In realtà posso dire poco (sorride, ndr), ma la performance sarà sicuramente molto colorata, non si potrà fare a meno di ballare grazie a Luca Tommassini, il direttore creativo del progetto, la mente di tutta la parte scenografica. Abbiamo pensato ad una coreografia che ci auguriamo diventi virale. Cercheremo di creare tanto spettacolo, ma faremo poca fatica, perché è davvero tanta la voglia di divertirci e di far divertire».

In un momento come questo, credi si possa riuscire a mantenere lo stesso spirito di condivisione che contraddistingue l’Eurovision Song Contest?
«Secondo me sarà ancora più forte e più sentito, perchè siamo stati per troppo tempo fermi. L’organizzazione si è comunque mossa per qualsiasi evenienza, facendoci realizzare una sorta di video backup nell’eventualità non si riuscisse ad essere in presenza. Spero vivamente di poter cantare dal vivo con il pubblico, seppur ridimensionato. Partirò con il giusto spirito, con la grinta che fortunatamente non mi manca mai e la voglia di fare del mio meglio».

 

In breve

Torre Milano, completata la struttura esterna del “grattacielo” della Maggiolina

La Torre Milano, l'edificio di 80 metri composto da 23 piani in via Stresa a Milano, è in fase...