24.5 C
Milano
14. 07. 2024 00:23

Terraforma Exo in Parco Sempione: il racconto di un successo annunciato

Lo scorso 15 e 16 giugno in Parco Sempione e Triennale Milano si è svolta la nona edizione di Terraforma, la prima nel nuovo formato

Più letti

Non era facile cambiare pelle e continuare ad alzare il livello. Poteva sembra difficile, quasi impossibile, invece è esattamente quello che ha fatto Terraforma, nella sua nuova versione Exo, organizzato da Threes Productions. Uno di festival musicali più seguiti si è spostato da Castellazzo di Bollate a Milano (Parco Sempione e Triennale) e si è svolto lo scorso 15 e 16 giugno. Il nostro racconto di un successo annunciato.

Terraforma Exo, l’evento inaugurale in Triennale

Dopo nove anni in cui Terraforma si era fatto una nomea come festival di musical elettronica nella splendida cornice di Villa Arconati a Bollate, il cambio location (e non solo, a questo collegamento tutti i dettagli) aveva portato in dote novità importanti. Anzitutto, l’addio al campeggio, meta di pellegrinaggio di tanti turisti stranieri e i grandi palchi per la musica, comprese alcune scenografie davvero suggestive (qui il nostro racconto dell’evento del 2023). In compenso, in Triennale e Parco Sempione sono nate delle nuove stelle.

Terraforma Exo
Terraforma Exo

Il primo evento a cui abbiamo partecipato è stato Acusmonium Audior, un’installazione musicale in tempo reale in cui i suoni ci hanno catapultato in ogni parte del mondo. Seduti per terra o sulle sedie nel teatro della Triennale, Dante Tanzi [in foto] con autoparlanti magici, potenti amplificatori e console dal futuro ha accompagnato il pubblico in un turbinio di sensazioni. Chiudendo gli occhi sembrava di essere in un lunapark di emozioni. Un vero e proprio viaggio dentro i suoni e le sperimentazioni musicali diffuse grazie all’acusmonium.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Terraforma Exo, due giorni di cultura (e divertimento)

Il primissimo evento in ordine cronologico è stata la performance di David Toop [in foto] dentro Parco Sempione. L’artista è stato capace di sviluppare una pratica che oltrepassa i confini del suono e dell’ascolto con performance musicali improvvisate. Fra suono elettronico e arte sonora ha fatto risplendere di musica anche il cuore verde di Milano.

 

Un’installazione che ci ha colpito, dentro Triennale, è stata Modular Organ System. Collocata in una grande sala sotto la scalinata centrale del palazzo dell’arte di Milano, si trattava di un’installazione sonora basato sugli spazi riempiti da canne d’organo. Un’esperienza collettiva in cui i visitatori, incoraggiati a girovagare per la stanza, potevano meravigliarsi di come il suono cambiasse. Dal ronzio elettrico alle avvincenti frequenze basse, musica per le nostre orecchie.

Non poteva mancare, infine, l’essenza di Terraforma. Musica elettronica e spiriti potenti. L’energia positiva sprigionata dalla piramide principale della scorsa edizione risuonava in Parco Sempione, ma non solo. Per questa nuova edizione di Terraforma, gli organizzatori avevano deciso di spostare le serate clubbing al Distretto Industriale 4 di Milano. Un successo ballato sulle melodie di tre DJ emergenti come Ojoo, Livwutang e l’artista giapponese Nobu. Terraforma non si ferma e continua a sperimentare, evolversi, migliorare.

In breve

FantaMunicipio #38: mai come quest’anno Milano da numero uno, vince il Municipio 1

In una agguerrita edizione del FantaMunicipio è il Municipio 1, quello del centro storico, guidato dal presidente Mattia Abdu...