32.1 C
Milano
12. 08. 2020 17:01

Tony Maiello diventa Majello: «A Milano per sempre»

Non fa mai male è il nuovo singolo

Più letti

Il “tossic park” trasloca a San Donato

La centrale della droga milanese trasloca da Rogoredo a San Donato, per la precisione nella zona della cava di...

Bollettino regionale, lieve aumento di contagi e ricoverati: Milano, +13

Mentre si accende il dibattito sull'attendibilità del nuovo vaccino russo, in Lombardia anche oggi non si registra nessun decesso...

Movida, tutte le novità che attendono i milanesi a settembre

A settembre la parola d'ordine sarà ripartire. Ecco tutte le novità che attenderanno i milanesi al rientro dalle vacenze....

Con il singolo Non fa mai male debutta Majello, il nuovo progetto artistico di Tony Maiello, autore e cantautore nato in provincia di Napoli ma residente a Milano, alla ribalta nel 2008 con la partecipazione alla prima edizione di X Factor Italia: per il vincitore di Sanremo Giovani 2010 di nuovo non c’è solo un nome d’arte, ma anche la piccola Ludovica, nata in pieno periodo di quarantena.

 

Il nuovo progetto artistico di Tony Maiello

Hai definito il tuo nuovo progetto «un percorso opposto alla mia scrittura tradizionale». Come mai?
«Mi sono divertito ad utilizzare linguaggi e suoni diversi dal solito. Ho scelto di farlo ora perché sono arrivato ad un buon equilibrio, soprattutto interiore, che mi porta a non avere più paura di rischiare».

La tua carriera parallela come autore ha avuto non poche soddisfazioni. C’è un brano che, più di tutti, ti ha sorpreso?
« Il coraggio di andare (interpretata da Laura Pausini e Biagio Antonacci, ndr) e Credo (da Giorgia, ndr): quando le canzoni non parlano d’amore è sempre difficile collocarle sul mercato. I contenuti contano ancora qualcosa nei testi».

Durante il lockdown hai vissuto una situazione delicata.
«Quando hanno imposto la quarantena ero a Castellammare di Stabia, mia moglie era al nono mese di gravidanza e aspettavamo con ansia l’arrivo della nostra Ludovica, nata poi in piena emergenza. Ma noi l’abbiamo vissuta come una benedizione in un periodo così strano e difficile».

Come immagini la musica del domani per tua figlia?
«Le auguro un mondo in cui i contenuti avranno sempre la meglio sulle mode del momento. Non sono, di natura, un pessimista come parecchi addetti ai lavori di oggi, le persone non sono stupide e superficiali come si crede spesso».

Ti consideri un milanese di adozione?
«Milano mi ha adottato e mi ha voluto davvero tanto bene. Ci vivo da dodici anni e penso che ci rimarrò per sempre con la mia famiglia. Devo molto a questa città, mi ha fatto crescere e mi ha insegnato tante cose di questo mestiere».

In breve

Movida, tutte le novità che attendono i milanesi a settembre

A settembre la parola d'ordine sarà ripartire. Ecco tutte le novità che attenderanno i milanesi al rientro dalle vacenze....

Bollettino regionale, lieve aumento di contagi e ricoverati: Milano, +13

Mentre si accende il dibattito sull'attendibilità del nuovo vaccino russo, in Lombardia anche oggi non si registra nessun decesso e continuano ad aumentare i...

Movida, tutte le novità che attendono i milanesi a settembre

A settembre la parola d'ordine sarà ripartire. Ecco tutte le novità che attenderanno i milanesi al rientro dalle vacenze. Dopo tante e tristi chiusure,...

Si è spento a Milano l’imprenditore dei gianduiotti

Si è spento a Milano, dove risiedeva da tempo, il cavalier Stefano Pernigotti, nipote dell'omonima fabbrica di Novi Ligure diventata celebre per la produzione...

Milano, musei civici: a Ferragosto la cultura non va in vacanza

A Ferragosto la cultura non va in vacanza a Milano. Anzi amplifica la propria offerta grazie all'apertura dalle 11 alle 18 di cinque musei...

Potrebbe interessarti