1.6 C
Milano
03. 12. 2020 23:53

Ecco il nuovo singolo di Yosef: «Milano è la mia storia»

«Dai tetti della città vi porto sulla mia Cadillac»

Più letti

Ecco il nuovo Dpcm. Conte: «Ulteriori restrizioni per scongiurare la terza ondata»

«Le misure sono adeguate al livello di pericolo sul territorio», ha così esordito Conte nella sua consueta conferenza stampa...

Milano, torna di nuovo la neve? I milanesi preparano guanti e cappello

Dopo la prima spolverata della giornata di ieri, potrebbe nella giornata di domani arrivare un'altra nevicata a Milano. Le previsioni. Le...

Bollettino regionale, triste record di morti nelle ultime 24 ore: Milano, +438

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.751, di cui 342 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (36.271...

Una notte di pioggia su Milano. Così Yosef – all’anagrafe Yousef Ismael Ararji Pellerito, madre italiana e padre tunisino – presenta l’ultimo singolo Cadillac, nuovo assaggio dell’album in arrivo dopo il singolo Tevere, lanciato sulle piattaforme digitali in primavera e maturato dopo la partecipazione a The Voice of Italy e The X Factor UK.

Ecco il nuovo singolo di Yosef: «Milano è la mia storia»

 

Yosef, cosa porti a bordo della tua Cadillac?
«La consapevolezza di poter raccontare la verità: non è così scontato, anzi, ad oggi è difficile poter aprirsi senza indossare le sovrastrutture che la realtà ci costringe ad indossare».

C’è molta Milano nel brano.
«Questa città è la mia storia. In ogni zona ritrovo un flashback della mia vita, dalle ore passate in Duomo con i miei amici di infanzia alle prime esperienze in Porta Venezia o il primo concerto al Teatro delle Erbe, in zona Brera. Pur essendo cresciuto a Bollate, mi considero milanese a tutti gli effetti».

Come hai vissuto il passaggio dall’hinterland alla centro?
«Ero nel pieno di miei tredici anni, quando i primi casting mi portavano fuori dalla mia comfort zone per esibirmi nei club, come Le Scimmie, Magazzini Generali o Alcatraz. Un passaggio fondamentale per me».

Con il Tra le nuvole Tour ti sei esibito in pieno lockdown.
«A maggio ho avuto la possibilità di cantare direttamente dal rooftop dell’Hotel Street Milano Duomo ed il suo grande affaccio sulla città mi ha fatto quasi pensare di entrare nelle case dei milanesi e dire “Ok, non potete uscire, ma vi porto io a fare un giro”».

Potrebbe essere la nuova frontiera del live?
«L’idea è nata per dare un’opzione in più, anche se rema contro la mia stessa natura. Ho bisogno del contatto con il pubblico, i loro occhi sono gli unici a raccontare la verità».

In esclusiva per Mi-Tomorrow

Alcuni scatti dal backstage delle riprese del videoclip di Cadillac

In breve

Le cartoline di Natale dei ragazzi dello Ied per essere diversamente “positivi”

Dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto...

Milano, torna di nuovo la neve? I milanesi preparano guanti e cappello

Dopo la prima spolverata della giornata di ieri, potrebbe nella giornata di domani arrivare un'altra nevicata a Milano. Le previsioni. Le previsioni meteo evidenziano una perturbazione...

Bollettino regionale, triste record di morti nelle ultime 24 ore: Milano, +438

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.751, di cui 342 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (36.271 oggi) e positivi che sale...

Le cartoline di Natale dei ragazzi dello Ied per essere diversamente “positivi”

Dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto abbiamo sperimentato da nove mesi...

“Aquile randagie”, un documentario per ricordare il gruppo ribelle di scout milanesi

Nel gennaio 1927 Mussolini decretò lo scioglimento dei reparti scout, affidando la disciplina muscolare dei giovani italiani all'Opera Barilla. Un gruppo di scout tutto...

Potrebbe interessarti