19.4 C
Milano
26. 09. 2021 07:57

Comunali, la carica dei giovani per Palazzo Marino. Bestetti (Fi):«Case accessibili o i giovani lasceranno la città»

In vista delle elezioni del 2-3 ottobre, la ricetta di Marco Bestetti, candidato al consiglio comunale di Milano

Più letti

In vista delle elezioni del 2-3 ottobre, le ricette dei giovani candidati al consiglio comunale di Milano.

Bestetti (Fi): «Puntiamo sull’educazione civica»

Presidente del Municipio 7 per cinque anni, il forzista Marco Bestetti tenta il salto a Palazzo Marino. Con i suoi 34 anni ha come referente naturale i più giovani.

Sono attratti da questa campagna elettorale?
«Interessati ma non motivati».

Come lo spiega?
«Nessuno ha investito su di loro».

Sono trascurati?
«Sì, a parte gli slogan c’è un problema di rappresentanza. Faccio un esempio: ho incontrato ragazzi di 15-16 anni che mi hanno posto alcuni loro problemi e dato suggerimenti, non lo avrebbero fatto con uno più grande di me».

Eppure esiste una grande realtà giovanile, basti pensare a quella universitaria.
«E’ vero, c’è bisogno di un lavoro serio che va fatto a 360 gradi, partendo dalle cose più urgenti: mi chiedo come sia possibile che la metropolitana non funzioni tutta la notte nel fine settimana, vogliamo impedire ai ragazzi di uscire?».

Atm ha già spiegato che i costi sono insostenibili.
«Magari se si controlla meglio chi usa i mezzi pubblici senza pagare si possono recuperare le risorse».

Cosa propone per i giovani?
«E’ fondamentale l’educazione civica, portare avanti progetti contro il bullismo, dare spazi ai ragazzi ai quali il covid ha strappato 1-2 anni di vita sociale».

Il Comune come si è comportato su questo tema?
«Non classificato».

E’ difficile per un giovane vivere a Milano?
«Sì perché i costi sono proibitivi e gli stipendi non sono adeguati. Dobbiamo lavorare sulla casa, sul contenimento degli affitti altrimenti rischiamo che i giovani lasceranno questa città».

In breve

Giornate Europee del Patrimonio, a Milano al Cenacolo con un solo euro

Oggi e domenica tornano le GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata...