29.5 C
Milano
21. 07. 2024 21:12

Alice Underground, un Capodanno per grandi e bambini all’Elfo

Uno spettacolo capace di far breccia su ogni generazione

Più letti

Ferdinando Bruni e Francesco Frongia prendono il pubblico del Teatro Elfo Puccini per mano e lo guidano nel fantastico mondo di Alice. Uno spettacolo ormai decennale ma che continua ad incantare i bambini e a coinvolgere i più grandi. Alice Underground riesce a portare il mondo dei cartoni animati dentro un teatro nel vero senso della parola. Merito dei circa 400 disegni di Bruni, delle animazioni di Frongia e del lavoro degli attori Elena Russo Arman, Ida Marinelli, Matteo de Mojana e Umberto Petranca.

Alice Underground, la recensione

Ovviamente il nome Alice fa subito venire in mente l’opera di Walt Disney uscita al cinema nel 1951. Bruni e Frongia, però, vanno giustamente ad attingere dai testi originali dello scrittore britannico Lewis Carroll presentando così una versione della storia meno edulcorata e più vicina anche ad un pubblico adulto. Non possono mancare scene chiave come l’ingrandimento e il rimpiccolimento della bambina, ma vengono anche proposti al pubblico personaggi e parti della storia meno conosciuti aumentando così l’interesse. Colpisce subito la scenografia, un telo bianco con diverse aperture messe a disposizione degli attori sul quale appaiono le immagini animate.

Un Chi ha incastrato Roger Rabbit a teatro che in alcuni casi riesce ad essere così immersivo da avere dubbi su cosa è reale e cosa no. Importanti anche le luci di Nando Frigerio così come la musica. Tanto rock, perfino un Smoke in the water dei Deep Purple a cui si aggiungono i brani che mostrano le ottime doti canore del cast. Quello di Alice è un viaggio, a volte psichedelico e ricco di colori, in un mondo che mette a nudo le ipocrisie degli adulti.

Discriminazione e bullismo sono alcuni dei temi toccati da questa storia che più volte ricorda il passare del tempo. Si incontrano personaggi indimenticati come il brucaliffo (con un divertente accento napoletano), il bianconiglio, il cappellaio matto, la Lepre Marzolina, Pincopanco e Pancopinco (che sembrano omaggiare Stanlio e Olio), il gatto del Cheshire, la regina bianca e la regina di cuori.

Alice Underground si presenta così come lo spettacolo perfetto per passare le festività in famiglia e a teatro grazie alla sua capacità di fare breccia su tutte le generazioni. In scena al Teatro Elfo Puccini fino all’8 gennaio, è prevista una serata speciale il 31 dicembre con possibilità di cenare al BistrotOlinda nel foyer del teatro. Lo spettacolo inizierà alle 22.00 per finire poco prima di mezzanotte in modo da poter brindare insieme alla compagnia.

Fino all’8 gennaio
Teatro Elfo Puccini
Corso Buenos Aires 33, Milano
Biglietti: da 16,50 euro su elfo.org
31 dicembre: da 50 euro

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...