audiolibro
audiolibro

I nostri consigli letterari per il fine settimana nella nostra #Milanochelegge, abituale appuntamento di inizio weekend: dall’audiolibro di “Fedeltà” a “L’inventore dei cantautori”.

Marco Missiroli, Fedeltà, letto da Alberto Bonavia (disponibile su Storytel)
Gli audiolibri sono ormai pronti a conquistare anche i lettori italiani, la scusa del «non ho tempo per leggere» ormai non è più valida. Grazie a Storytel è possibile accedere a un catalogo composto oltre 50.000 audiolibri e podcast con soli 9,99 euro al mese. Per esempio, perché non ascoltare Fedeltà di Marco Missiroli, candidato al Premio Strega 2019? Quattro personaggi, quattro vite che si incrociano e un’unica domanda: cosa vuol dire essere fedeli?

A cura di Mimaster Illustrazione, The Illustrators Survival Guide, Corraini (56 pagine, 9 euro)
Il vademecum che tutti gli aspiranti illustratori stavano aspettando. Come si mette insieme un portfolio? Come si cura la propria immagine sul web e sui social? E quali sono gli eventi dedicati più importanti dell’anno a cui non bisogna assolutamente mancare? Mimaster Illustrazione, una delle più importanti realtà milanesi dedicate completamente alla professione dell’illustratore ha condensato undici anni di formazione in questo piccola e indispensabile guida dedicata a tutti coloro che vogliono districarsi nel meraviglioso mondo dell’illustrazione e della comunicazione visiva.

Magnhild Winsnes, Shhh. L’estate in cui tutto cambia, Mondadori (300 pagine, 25 euro)
Un bellissimo fumetto di formazione, che racconta un’estate di grandi cambiamenti: Hanna aspetta con trepidazione il momento in cui potrà rivedere la sua adorata cugina Siv e giocare con lei, tra un bagno al mare e corse nei prati. Almeno, questo era ciò che Hanna voleva: ma le ragazzine stanno crescendo e Siv non sembra più interessata a correre e nuotare. Si sente grande, comincia a interessarsi ai ragazzi e a tutte quelle cose “da signorine” a cui Hanna sente di star avvinandosi, ma che percepisce ancora lontane.

Claudio Ricordi con Michele Coralli, L’inventore dei cantautori. Nanni Ricordi: una storia orale, Il Saggiatore (290 pagine, 26 euro)
Durante gli anni ’50 milanesi, mentre la città cerca di rimettersi in piedi dai lasciti della guerra avviando una monumentale opera di ricostruzione, c’è qualcuno che cerca di far ripartire anche la parte culturale cittadina, frequentando tutti i bar e i locali che nascono come i funghi: tra questi, Claudio Ricordi, detto Nanni, che non solo ingaggia artisti come Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci, ma apre anche le porte della sua casa a personaggi di milanesità varia come anche Maria Callas e Luchino Visconti. Un libro che raccoglie queste memorie che corrono attraverso tutto il Novecento culturale del paese, raccontando l’ascesa e il declino del mondo discografico italiano.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/