26.4 C
Milano
24. 05. 2022 16:35

“Costellazioni”, l’amore nella fisica quantistica

Lo spettacolo arriva al Parenti dopo il rinvio per il Covid

Più letti

“Costellazioni” arriva al Franco Parenti

Dopo il rinvio a causa del covid-19, può finalmente debuttare Costellazioni scritto da Nick Payne e diretto da Raphael Tobia Vogel alla sua seconda regia stagionale. Un testo che gioca su fisica quantistica, sentimenti, caso e libero arbitrio. Esiste, infatti, una teoria della fisica quantistica che sostiene che esista un numero infinito di universi: tutto quello che può accadere, accade da qualche altra parte e per ogni scelta che si prende, ci sono mille altri mondi in cui si è scelto in un modo differente. Una tesi che il drammaturgo britannico decide di applicare ad un rapporto di coppia.

Ad interpretare i due innamorati troviamo Elena Lietti e Pietro Micci, lui un tipo alla mano, che si guadagna da vivere facendo l’apicoltore, lei una donna intelligente e spiritosa che lavora all’Università nel campo della cosmologia quantistica. Si troveranno davanti le infinite possibilità offerte dagli universi paralleli dove una piccola sfumatura può cambiare non solo una scena ma un’intera vita.

Stasera e giovedì alle 20.30
Domani, venerdì e sabato alle 19.15
Domenica alle 15.45
Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14, Milano
Biglietti: da 20 euro su teatrofrancoparenti.it

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...