Gianni Rodari favole al telefono
Gianni Rodari favole al telefono

Nell’anno del centenario della nascita di Gianni Rodari, Campsirago Residenza riesce a celebrarne l’evento anche in un periodo difficile che ha portato alla chiusura di tutti i luoghi di aggregazione. La compagnia lecchese aveva pronto lo spettacolo intitolato Favole al telefono e, in attesa di vederlo sul palco, ha saputo dar vita a una lodevole iniziativa che coinvolge i bambini di tutta Italia.

 

 

Una lettura interattiva, interpretata al telefono da un attore o un’attrice, proprio come nel libro di Gianni Rodari. Il bambino al telefono troverà quel ragionier Bianchi che tutte le sere chiamava la figlia per raccontarle una storia. «Abbiamo fatto un post su Facebook e la cosa è diventata subito virale», spiega Michele Losi, direttore di Campsirago Residenza.

Ve lo aspettavate?
«Assolutamente no, anche perché in quindici giorni ci siamo ritrovati ad avere 560 richieste di favole da 18 regioni italiane oltre che da Svizzera, Francia, Olanda e Finlandia. Il vantaggio di questo format è che attraverso la telefonata lo spettacolo risulta vivo a differenza di una diretta streaming».

Come gestite così tante richieste?
«Abbiamo una persona che sta definendo con le famiglie tutti gli orari delle telefonate. Inizialmente eravamo solo 6 attori, troppo pochi per un numero così alto di richieste. Per questo abbiamo allargato l’invito ad attori di altre compagnie ed abbiamo ricevuta una risposta altissima, al punto che ora siamo in 35».

Come scegliete la favola?
«Facciamo dei giochi coi bambini così alla fine sono loro a sceglierla. Valutiamo anche l’età del bambino per proporre una rosa di testi adatti».

I bambini come interagiscono?
«Alla fine dello spettacolo chiediamo ai bambini di scrivere una favola e ne stiamo ricevendo tantissime. Ci piacerebbe pubblicarle. Inoltre abbiamo notato che alcune forme di teatro da remoto possono essere realizzate anche quando l’emergenza sarà finita. Sono un modo per raggiungere bambini che vivono in zone dove non ci sono teatri o che hanno difficoltà economiche».

Favole al telefono di Gianni Rodari
Per richieste: info@campsiragoresidenza.it