Il libro dei libri da leggere per diventare grandi
Il libro dei libri da leggere per diventare grandi

La nostra #Milanochelegge di questa settimana ha tra i protagonisti Il libro dei libri da leggere per diventare grandiIl vestito dei libri.

 

Pierdomenico Baccalario, Il libro dei libri da leggere per diventare grandi, Einaudi Ragazzi (171 pagine, 16 euro)
Per formare i lettori di domani bisogna partire presto, ma soprattutto con il piede giusto: i libri da leggere sono moltissimi, alcuni andranno letti obbligatoriamente e non perché sarà la scuola o i genitori a imporli, ma perché i libri importanti si riconoscono subito e, soprattutto, si sanno rendere importanti anche nelle vite di chi li legge. In questo compendio, lo scrittore per ragazzi Pierdomenico Baccalario dà una serie di consigli per tutti i bambini che stanno cercando la propria identità di piccoli lettori.

Curarsi con i libri
Curarsi con i libri

Ella Berthoud e Susan Elderkin, Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno, Sellerio (733 pagine, 18 euro)
Quante volte i libri ci hanno curato? Non nel senso che si sono sostituiti a un medico (quello mai!), ma se c’è una cosa in grado di guidare un lettore alla ricerca della prossima lettura è spesso proprio l’emozione, o lo stato d’animo di un momento. È così che si può trovare conforto al mal d’amore e al cuore spezzato con dei classici come Emily Brontë o Beppe Fenoglio. Questo libro raccoglie tutta una serie di malanni affiancando la giusta medicina narrativa.

Il vestito dei libri
Il vestito dei libri

Jhumpa Lahiri, Il vestito dei libri, Guanda (62 pagine, 9,50 euro)
In un libro nulla è casuale, nemmeno la veste grafica, soprattutto la veste grafica. Sia narrativa, saggio o illustrato, il libro non può prescindere dai materiali scelti dall’editore per “vestirlo”: il Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri esplora il processo creativo dietro le copertine dei libri, dimostrando come il progetto grafico sia parte integrante del libro, pur standogli solo accanto e come in alcuni casi possa addirittura fare la fortuna di libri mediocri. Delle riflessioni che l’autrice fa non solo in quanto scrittrice, ma anche e soprattutto in quanto lettrice.

Copertina
Copertina

Un podcast che parla di libri
Matteo B. Bianchi, Copertina (prodotto da storielibere.fm)
E a proposito di copertine, un nome, un destino: Matteo B. Bianchi, oltre a essere scrittore e a produrre da ormai vent’anni una rivista di racconti, conduce anche un podcast in cui «spaccia consigli di lettura». I suoi consigli sono sempre interessanti e fuori dagli schemi, con un occhio attento alla media e alla piccola editoria. Non solo: ogni puntata un libraio indipendente racconta il proprio lavoro e la propria libreria, mentre un altro scrittore darà il proprio consiglio, con un messaggio vocale su WhatsApp.


www.mitomorrow.it