la parola giusta
la parola giusta

Gli appuntamenti a teatro della settimana milanese con la nostra rubrica #Sipario, da La parola giusta a Il cotto e il crudo.

 

Riflessione storica
La parola giusta

Nel 2019 ricorrono il 45° anniversario della strage di Piazza della Loggia e il 50° anniversario di Piazza Fontana. Un’occasione per riflettere sul periodo della strategia della tensione e della reazione democratica che si fronteggiarono nel quinquennio 1969–1974, delimitato dalle due stragi che sconvolsero l’Italia della fine degli anni Sessanta.

Al Piccolo Teatro Grassi arriva Lella Costa con uno spettacolo diretto da Gabriele Vacis e scritto da Marco Archetti, inserito nel progetto La stagione inquieta della Repubblica, che si propone di analizzare i grandi sconvolgimenti che hanno attraversato l’Italia repubblicana negli anni dello stragismo: l’eversione, i depistaggi e la ricerca della verità politica e giudiziaria, ma anche e soprattutto le vite e le speranze interrotte delle persone comuni che la Storia ha travolto. Non solo un esercizio di memoria, piuttosto la parabola di una persona comune, la storia quotidiana di una donna, che per alcune coincidenze vede drammaticamente intrecciarsi la sua vita con i fatti inquietanti di Milano e di Brescia.

Da mercoledì a domenica
Piccolo Teatro Grassi
Via Rovello 2, Milano
Biglietti: da 17 euro su piccoloteatro.org

 

Walter
Walter

I boschi a nord del futuro
Walter

La stagione del Teatro PimOff si apre con il graditissimo ritorno dei Fratelli Dalla Via, reduci dalla gioia del Premio Hystrio Mariangela Melato vinto da Marta Dalla Via. In scena Walter. I boschi a nord del futuro, un omaggio alla natura nell’era post digitale. In un bosco sulle colline, senza connessione internet, tre personaggi smarriti si incontrano nel cuore della notte, incrociando i loro destini. Anime solitarie che, addentrandosi nel candore di una foresta proibita, ci parlano di ciò che hanno dovuto perdere e scoprono cosa stanno realmente cercando.

Gli attori e registi, Marta e Diego Dalla Via spiegano: «La creazione e la scrittura drammaturgica hanno preso vita realmente in un bosco seguendone i ritmi meteorologici e le complessità stagionali. Batterie, torce, gruppi elettrogeni e accendini ricaricabili sono l’impianto illumino-tecnico. Una motosega e un decespugliatore inceppati la colonna sonora. Perché buio e silenzio hanno qualcosa da dire, specie nei posti dove il wifi non arriverà mai». Sul palco anche Elisabetta Granara.

Mercoledì e giovedi, alle 20.30
Teatro PimOff
Via Selvanesco 75, Milano
Biglietti: a partire da 12 euro su vivaticket.it

 

Hair
Hair

Un grido di pace
Hair

Oltre 50 anni fa il debutto a Broadway, esattamente 40 anni fa l’uscita al cinema del film diretto da Miloš Forman. Hair è ormai parte della storia, un titolo intoccabile e indimenticabile che arriva al Teatro della Luna per l’apertura ufficiale della stagione. Il messaggio di pace che questo musical vuole lanciare attraversa gli anni senza mai affievolirsi. Una tribù, dai capelli selvaggi, è protagonista sul palcoscenico e si scatena, accompagnata dall’orchestra dal vivo, al ritmo di famosissime canzoni come Aquarius, Hair e I Got Life.

Questa versione, firmata MTS Entertainment in collaborazione con la Compagnia della Rancia, vede alla regia Simone Nardini e un cast che comprende, tra gli altri, Stefano Limerutti, Gennaro Pelliccia e Vittoria Brescia. A loro il compito di raccontare una storia senza tempo, capace di riaccendere la nostalgia in coloro che hanno vissuto il ’68 e ricordano il dramma della guerra in Vietnam, ma al tempo stesso di far sentire i più giovani parte della tribù dell’amore, della felicità e della libertà.

Da giovedì a sabato, alle 20.30
Domenica alle 15.30
Teatro della Luna
Via G. di Vittorio 6, Assago (Mi)
Biglietti: da 24 euro su Ticketone.it

 

Il cotto e il crudo
Il cotto e il crudo

Due pugliesi a Milano
Il cotto e il crudo

Amici fin dall’infanzia e per tanti anni partner professionali, Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo hanno ormai preso strade artistiche diverse, ma ogni tanto la gioia di condividere il palco è forte. Così nasce “Il cotto e il crudo” spettacolo che apre la stagione del Teatro Manzoni. Due pugliesi a Milano, pronti a raccontare le bellezze della propria terra, dalla valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche allo sviluppo dell’industria cinematografica, fino ad arrivare al trionfo del turismo che ha fatto sì che oggi essa sia tra le mete più ambite al mondo.

Vanteranno con orgoglio questi risultati, con un giusto rimando alla civiltà contadina ed ai ricordi d’infanzia. «Portiamo in scena un inno alla Puglia – spiega Solfrizzi a Mi-Tomorrow – Uno spettacolo sull’affetto e sull’amicizia ritrovata, sarà molto divertente». «La comicità pugliese è accolta bene a Milano – prosegue Stornaiolo – abbiamo già tante prenotazioni. Raccontiamo una Puglia positiva, sappiamo che ci saranno tanti pugliesi in sala, ma il nostro è uno spettacolo davvero per tutti».

Da giovedì a sabato, alle 20.45
Domenica alle 15.30
Teatro Manzoni
Via Manzoni 42, Milano
Biglietti: a partire da 18 euro su teatromanzoni.it


www.mitomorrow.it