8.8 C
Milano
11. 04. 2021 05:06

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni: la tradizione diventa dark

Più letti

Protesta sul tetto del Cpr di via Corelli: tre migranti feriti

Una protesta è andata in scena nella serata di sabato presso il Centro di permanenza per i rimpatri (Cpr)...

In 300 assembrati per il video del rapper: in via Micene scoppia la guerriglia con la Polizia

Un gruppo di circa 300 ragazzi si è ritrovato per un video rap in via Micene, alla periferia di...

Bollettino regionale Covid: tasso di positività al 5,6%, intensive -4, ricoveri -193, decessi +81

I positivi al Covid-19 riscontrati nelle ultime 24 ore in Lombardia sono 2.974 con la percentuale tra tamponi eseguiti...

La nuova grande produzione della Walt Disney arriva nei cinema italiani per far immergere nuovamente il pubblico in una favola senza tempo, quella intramontabile de Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni. Si tratta di un’anteprima assoluta per il continente europeo, visto che negli Stati Uniti la pellicola verrà rilasciata il 2 novembre.

TRAMA • Come ogni anno le porte del grande salone di casa Drosselmeyer vengono aperte per festeggiare la vigilia di Natale. Qui il padrone di casa accoglie il ricco uomo d’affari Stahlbaum insieme alla figlia Clara, alla quale viene presto mostrato il suo destino. La giovane ragazza viene condotta in un mondo magico diviso in quattro regni, il paese dei fiocchi di neve, il paese dei fiori ed il paese dei dolci, minacciati dal quarto regno governato dalla perfida Madre Ginger. Solo l’intervento della “Principessa” Clara può aiutare gli abitanti di questi fatati regni a sopravvivere alla guerra imminente, grazie al prezioso contributo di una chiave magica.

NUOVA RIVISITAZIONE • La nuova riproposizione dello Schiaccianoci rimescola alla perfezione gli ingredienti già presenti nel classico racconto Schiaccianoci e il re dei topi, scritto da E.T.A. Hoffmann nel 1816, fonte di ispirazione per il balletto di Čajkovskij, messo in scena a San Pietroburgo nel 1892, quasi un secolo dopo la pubblicazione del romanzo. L’ultimo fantasy targato Disney rispetta fedelmente la garanzia che il marchio porta con sé da decenni, confermando l’assoluta capacità di sfornare una fiaba incantata dietro l’altra, come in questo caso, aprendo un immaginario lato oscuro nascosto dietro la fiaba natalizia.

MODERNO · Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni (titolo originale The Nutcracker and the Four Realms) vanta la condivisione di una doppia regia (in origine singola, poi affiancata) di Lasse Hallström (già regista di Chocolat e Le regole della casa del sidro) e di Joe Johnston (Jumanji, Captain America – Il primo vendicatore). I due talenti visionari mixano fantasia e mistero (tratti caratteristici del primo regista) con il senso di avventura ed azione (del secondo), maggiormente consono alle esigenze più moderne di un film per ragazzi. I due registi lavorano così sulla sceneggiatura originale scritta dall’esordiente Ashleigh Powell, senza tralasciare la teatralità del balletto russo.

IL CAST · La produzione della pellicola, nata all’alba del 2016 ed affidata al duo Mark Gordon e Larry Franco (già produttori dei live action La Bella e la Bestia e de Il Libro della Giungla) arruola un cast sensazionale. Nel fantastico mondo parallelo fatto di ballerine e topini trionfa nel ruolo di female saviour la giovane attrice Mackenzie Foy, già volto di Renesmee Cullen nel capitolo finale della saga di Twilight e della giovane Jessica Chastain in Insterstellar. Keira Knightley ricopre il ruolo della Fata Confetto, Helen Mirren interpreta la tiranna Madre Ginger e Morgan Freeman veste i panni del padrino Drosselmeyer. Completano il cast Misty Copeland, Eugenio Derbez, Richard E. Grant, Miranda Hart, Jack Whitehall e Ellie Bamber.

COLONNA SONORA · Tra le musiche originali del film, composte da James Newton Howard e realizzate al piano dal celebre musicista Lang Lang e dalla Philarmonia Orchestra, ci si ispira totalmente al balletto conosciuto da generazioni, cogliendone in pieno la magia ed il fascino. Nei titoli di coda è presente Fall on me, primo duetto inedito tra Andrea Bocelli ed il figlio ventenne Matteo, scelto come colonna sonora ufficiale del film ed inserito nel nuovo album in studio del tenore italiano, pubblicato lo scorso 26 ottobre.

Origine: USA
Durata: 100 minuti
Regista: Lasse Hallström, Joe Johnston
Genere: avventura

In breve

Anche Guido Bertolaso vaccinatore a domicilio

«Questa mattina Guido Bertolaso ha smesso i panni di coordinatore della campagna vaccinale in Lombardia e ha vestito quelli...