Nessuno è come qualcun altro
Nessuno è come qualcun altro

Anche questa settimana qualche consiglio per la vostra lettura, tra le nuove uscite: da Nessuno è come qualcun altro a Vita tra i Paperi.

 

Amy Hempel, Nessuno è come qualcun altro, SEM (156 pagine, 17 euro)
Dopo aver ripubblicato Ragioni per vivere, SEM ritorna a Amy Hempel, scrittrice riconosciuta come una delle regine della short story, nell’Olimpo insieme ad autrici come Grace Paley e Flannery O’ Connor. I racconti qui riuniti fanno parte dell’ultima fatica della Hempel, che sembra sempre più a suo agio con una forma sempre più limata, minimalista e frammentata, interiorizzando (e in alcuni casi portando all’estremo) la lezione di Gordon Lish, storico editor di Raymond Carver.

 

Rinata
Rinata

Susan Sontag, Rinata. Diari e taccuini 1947-1963, Nottetempo (358 pagine, 22 euro)
Dopo un peregrinare tra Einaudi e Saggiatore, Susan Sontag sembra aver trovato il suo editore italiano definitivo: Nottetempo, infatti, ha iniziato a pubblicare la sua opera, partendo da qualcosa di estremamente personale, ma – è la stessa Sontag a dirlo – di imprescindibile, ovvero i diari e i taccuini. Il diario, infatti, per l’autrice non è un ricettacolo di pensieri privati e sconnessi, ma un momento in cui l’identità viene riaffermata. In questa prima parte è possibile ripercorrere l’intero “apprendistato culturale” dell’autrice, terminando con la sua prima pubblicazione.

 

La coscienza imbrigliata al corpo
La coscienza imbrigliata al corpo

Susan Sontag, La coscienza imbrigliata al corpo. Diari e taccuini 1964-1980, Nottetempo (593 pagine, 25 euro)
Nel secondo dei tre volumi che compongono i diari e i taccuini privati, ritroviamo una Susan Sontag trentenne, che prosegue l’indagine sul proprio io, sulla propria identità che reinventa a ogni annotazione, continuando a cercare senza sosta la propria voce. Un volume più corposo rispetto al primo, in cui i processi intellettuali della scrittrice sono sviscerati: è la “coscienza imbrigliata al corpo” a cui si fa riferimento nel titolo, la passione arricchita ogni giorno da stimoli sempre nuovi, che ha fame di cultura e letteratura.

 

Vita tra i Paperi
Vita tra i Paperi

Si può parlare di fumetti anche in un podcast…
Vita tra i Paperi, condotto da Valentina De Poli (prodotto da storielibere.fm)
È possibile parlare in un podcast di narrazioni e storie normalmente per immagini come film o fumetti? Assolutamente sì! Ovviamente, non è da tutti saperlo fare, ma Valentina De Poli ha tutte le carte in regola per poterlo fare: dopo 11 anni di direzione di Topolino (passando attraverso collane storiche come PK e W.I.T.C.H.), la De Poli ci prende per mano e ci accompagna nella sua “vita tra i paperi”, alternando informazioni sui personaggi agi aneddoti personali di chi ha passato quasi tutta la sua vita nella redazione del giornale per ragazzi più famoso lavorando con i grandi maestri del fumetto Disney italiano.


www.mitomorrow.it