24 C
Milano
24. 07. 2024 05:03

“Piccolo corpo”, un dramma evocativo

Laura Samani torna sul grande schermo

Più letti

“Piccolo corpo”, il nuovo film di Laura Samani

In una piccola isola del nord est italiano, in un inverno agli inizi del ‘900, una giovane donna lascia il suo villaggio sul mare per cercare di liberare l’anima della sua bambina nata morta e si imbarca in un pericoloso viaggio verso un remoto santuario di montagna, dove si dice che avvengano miracoli… Presentato alla Semaine de la Critique del Festival di Cannes 2021, Piccolo corpo di Laura Samani rientra nell’elenco dei film italiani più interessanti degli ultimi anni. Un dramma evocativo, che racconta il dolore di una donna, Agata (la bravissima Celeste Cescutti), incapace di affrontare la perdita della figlia.

Per questo decide di ascoltare le voci che parlano dei miracoli, seguendo il suo istinto e iniziando un pellegrinaggio quasi trascendentale che rappresenta la continuazione della gravidanza, di quel legame nato con la creatura. Il grande gusto pittorico di Laura Samani contraddistingue le inquadrature, con una fotografia fredda ma estremamente ammaliante. Il commento sonoro è pressoché inesistente e questo dà forza all’atmosfera rarefatta. Un esordio da incorniciare.

Già in sala

Paese: Italia, Francia, Slovenia

Durata: 89 minuti

Regia: Laura Samani

Genere: drammatico

Voto: 7,5

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...