19.4 C
Milano
26. 09. 2021 08:27

Zapping Sipario, ecco cosa va in scena nei teatri milanesi

L'appuntamento settimanale con il mondo del teatro

Più letti

Ornano e la voglia di musica
Stand up Rock

L’Arena Milano Est saluta l’estate con una grande risata. Sul palco di via Pitteria arriva l’estroso Antonio Ornano, volto noto anche al pubblico televisivo per le sue partecipazioni a Colorado e Zelig e, in tempi più recenti, per la sua parodia del virologo Roberto Burioni. L’attore ligure porta a Milano tutto il suo trasformismo ricco dell’ironia e del sarcasmo che troviamo nei suoi personaggi e nelle sue caricature. Lo spettacolo si chiama Stand up Rock e racconta la storia di uno stand up comedian che si lascia totalmente sopraffare dalla propria passione per la musica. Come spesso accade Ornano punta il dito contro l’ipocrisia di una società che ci vuole sempre vincenti e perfetti, ma racconta anche, dalla propria prospettiva, le band e gli artisti che hanno rappresentato la colonna sonora della sua vita. Idoli suoi e di milioni di ragazzi che, raccontati con una serie di divertenti aneddoti, riescono a diventare un po’ più umani e vicini alla gente.

Venerdì alle 21.30
Arena Milano Est
Via Pitteri 58, Milano
Biglietti: 20 euro su arenamilanoest.it

Disabilità comunicativa a teatro
Senza parlare

La compagnia SPK-Teatro e Fondazione Benedetta D’Intino portano in scena il problema della disabilità comunicativa con una pièce che racconta senza sconti i sogni, i desideri e la vita di un’adolescente per promuovere una cultura dell’ascolto dei bisogni di chi non può parlare e sensibilizzare il pubblico sul diritto alla comunicazione per tutti. Lo spettacolo scritto e diretto da Lisa Moras, con Caterina Bernardi e Alessandro Maione racconta la storia di Sara una ragazza affetta da paralisi celebrale che non può usare i mezzi che tutti conosciamo per esprimersi – e del fratello Marco, che nel giorno del 18° compleanno della sorella diventa suo tutore e decide di organizzarle una festa nonostante la ragazza non abbia nessuna voglia di festeggiare. Viene così mostrato il rapporto tra due fratelli uniti ma allo stesso tempo divisi dal muro invisibile dell’incomunicabilità. Toccherà a Marco abbattere quel muro e trovare un modo per avvicinarsi alla sorella e imparare ad ascoltarla.

Da domani a sabato alle 20.30
Teatro Filodrammatici
Via Filodrammatici 1, Milano
Biglietti: ingresso libero prenotazione a biglietteria@aragorn.it

Storia di una marionetta
Io, Gerolamo

Uno spaccato di storia del teatro marionettistico in uno spettacolo. La Compagnia Carlo Colla & Figli torna al Teatro Gerolamo dove è stata protagonista con le sue opere dal 1906 al 1957, per raccontare la storia proprio della marionetta Gerolamo nata nel 1868 con la Compagnia Fiando e passata ai Colla nel 1911, esattamente 110 anni fa. Un personaggio che ha inevitabilmente legato il suo nome a quello dell’omonimo teatro. Un viaggio nel tempo che accompagnerà lo spettatore in altre epoche, mondi e dimensioni. Travestimenti, equivoci e particolari situazioni drammaturgiche, attraverso le registrazioni storiche dell’archivio della Compagnia, cercheranno di delineare un personaggio che ha attraversato tre secoli. Allo spettacolo si affianca Storia e Storie di una Compagnia Marionettistica, l’occasione per vedere da vicino circa 20 marionette protagoniste del repertorio storico e più recente interamente realizzati nei laboratori artigianali interni alla Compagnia.

Da domani a sabato alle 20.00
Domenica alle 16.00
Teatro Gerolamo
Piazza Beccaria 8, Milano
Biglietti: da 10 euro su vivaticket.it

Un mistero nel bosco
La lucina

Il Piccolo Teatro di Milano torna ad ospitare il Festival Tramedautore, dedicato alla drammaturgia contemporanea, giunto alla sua ventunesima edizione. Giovedì tocca a Silvio Castiglioni e Georgia Galanti andare in scena nello spettacolo diretto da Fabrizio Pallara e tratto dal libro di Antonio Moresco. Un uomo si è ritirato a vivere in solitudine, lontano da tutto, in una casa di pietra in mezzo al bosco. Ogni notte, però, un mistero turba il suo isolamento: sempre alla stessa ora, il buio del bosco è perforato da una lucina che si accende dall’altra parte della valle. La curiosità porta un giorno l’uomo a spingersi fino al punto da cui proviene la luce. Ad attenderlo trova un bambino, che vive anche lui da solo nella sua casa in mezzo al bosco, e sembra uscito da un’altra epoca o, davvero, da un altro pianeta. Un mistero che appassiona lo spettatore desideroso di scoprire l’origine di quel bambino e il rapporto che lo lega all’uomo solitario.

Giovedì alle 20.30
Piccolo Teatro Grassi
Via Rovello 2, Milano
Biglietti: da 8 euro su piccoloteatro.org

In breve

Giornate Europee del Patrimonio, a Milano al Cenacolo con un solo euro

Oggi e domenica tornano le GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata...