20.6 C
Milano
17. 05. 2022 03:05

“Stringimi forte”, Amalric si conferma

La recensione del nuovo film dalla Francia

Più letti

“Stringimi forte”, quanti colpi di scena

Una mattina, Clarisse, moglie e madre di due bambini, prepara il bagaglio, entra nella sua auto e parte, abbandonando la casa dove vive con la sua famiglia. Fra flashback e flashforward, prospettive e ricordi, lentamente emerge una storia diversa… Tra le rivelazioni dell’ultimo Festival di Cannes 2021, Stringimi forte è tra i film più belli di questa stagione cinematografica. Nell’Olimpo degli interpreti francesi, Mathieu Amalric si conferma un grande regista: un viaggio profondo, amaro, che non fa sconti.

Tratto dalla pièce Je reviens de loin del drammaturgo Claudine Galea, la pellicola è un percorso a tappe, ricco di colpi di scena. È Clarisse a tenere i fili del racconto, con un’escalation che sorprende lo spettatore e lo sfida, alla ricerca della soluzione finale. Uno dei punti di forza è la capacità del regista di portare allo spettatore pensieri e paure della protagonista, senza filtri, senza artifici. Un grandissimo lavoro di scrittura cinematografica, dunque, che non può lasciare indifferenti. Vicky Krieps eccezionale, semplicemente.

Già in sala

Paese: Francia

Durata: 97 minuti

Regia: Mathieu Amalric

Genere: drammatico

Voto: 8

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...