Lorenzo Tognocchi, da Amici a diabolico barbiere in Sweeney Todd

Sweeney Todd
Sweeney Todd

Al Teatro Nuovo arriva uno dei titoli più attesi della stagione del musical. Sweeney Todd, spettacolo cult di Londra, proverà a conquistare anche Milano grazie alla regia dell’esperto Claudio Insegno. Nei panni del terribile barbiere tagliagole, Lorenzo Tognocchi: «Sono pronto per questa sfida: per me è una grande occasione, alle prese con un personaggio splendido e molto difficile».

 

Johnny Depp al cinema e tanti grandi attori a teatro: si è ispirato a qualche suo predecessore?
«Ovviamente ho guardato il film di Tim Burton con Johnny Depp, però insieme a Claudio Insegno abbiamo dato un’altra visione del personaggio per portare a un’escalation di cattiveria e di ricerca di vendetta».

Ha lavorato con due grandi registi, Chiara Noschese e appunto Insegno. Cosa le hanno trasmesso?
«Hanno modi di lavorare differenti. Io devo molto a Chiara perché Flashdance resterà sempre nel mio cuore. Claudio è un regista che ti prende per mano e ti porta dove vuole che tu arrivi».

Cosa può dirci dei brani?
«Ci sarà l’orchestra dal vivo diretta da Giacomo Loprieno e già dal primo ascolto ti rendi conto del lavoro eccelso fatto dall’autore Stephen Sondheim».

Nel 2011 ha deciso di lasciare la scuola di Amici. Che idea ha oggi dei talent?
«Secondo me chi vuole tentare la strada dei talent dev’essere possibilmente inesperto. Io sono andato ad Amici con la fortuna di aver già avuto delle esperienze precedenti e capivo un po’ i meccanismi particolari, per non dire altro, che ci sono. C’è chi li accetta, io no. E ho deciso di lasciare anche perché mi trovo più a mio agio sul palcoscenico piuttosto che davanti a una telecamera».

Da giovedì alle 20.45
Teatro Nuovo
Piazza San Babila 3, Milano
Biglietti: da 41,50 euro su teatronuovo.it


www.mitomorrow.it