teatro italiano
teatro italiano

Ricca, variegata e soprattutto di qualità. Anche la stagione 2019/2020 conferma Milano come capitale del teatro italiano, in un periodo in cui offrire cultura diventa sempre più difficile, il capoluogo lombardo riesce a soddisfare tutti i gusti degli spettatori grazie a un cartellone che non si fa mancare nulla.

Una stagione che, come da tradizione, si apre all’insegna dei festival. Tramedautore al Piccolo, la danza di MilanOltre Festival che si divide tra Teatro Elfo Puccini e Dancehaus e il Festival Hors dedicato al teatro indipendente nella Sala Cavallerizza del Teatro Litta. Per gli altri teatri la strategia è comunque quella di partire subito con nomi forti.

Il Fontana con Rosario Lisma dal 12 settembre, il Manzoni con Gianfranco Jannuzzo dal 10 ottobre, mentre per l’apertura del Filodrammatici bisognerà aspettare il 15 ottobre quando andrà in scena N.E.R.D.s, spettacolo di Bruno Fornasari ormai diventato un cult.

La stagione entrerà poi nel vivo a partire da novembre fino ad arrivare al periodo natalizio e agli spettacoli di capodanno. In quei giorni nelle sale del Piccolo passerà gente come Roberto Latini e la coppia formata da Franco Branciaroli e Roberto Herlitzka che, diretta da Antonio Calenda, porterà in scena Falstaff e il suo servo.

Il Teatro Franco Parenti risponde con Silvio Orlando in Si nota all’imbrunire e Gioele Dix con Vorrei essere figlio di un uomo felice. Attenzione anche ad Alta Luce Teatro che, a fine novembre, ospita Federica Fracassi. Al Filodrammatici, invece, troviamo il Festival Lecite/Visioni, storie d’amore LGBT, che ogni anno raccoglie sold out in quantità.

L’anno nuovo porta Massimo Popolizio al Piccolo Strehler mentre tra i graditi ritorni sono da segnalare Il venditore di sigari al Teatro Litta e Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte al Teatro Elfo Puccini con il suo super cast. Per chi vuole concedersi qualche risata attenzione agli spettacoli di Walter Leonardi in cartellone al Teatro Fontana, Ale e Franz al Manzoni e Antonio Rezza all’Elfo con Fratto X.

Milano è capitale anche del musical e cercherà di non deludere nemmeno nella prossima stagione. Al Teatro Nuovo in piazza San Babila anche quest’anno sarà Claudio Insegno a farla da padrone. Il regista romano debutterà a novembre con il thriller Sweeney Todd per poi riproporre Kinky Boots e Jersey Boys.

Al Teatro della Luna, oltre agli immancabili Legnanesi troviamo Hair, Full Monty e Grease, al Nazionale debutta Singin’ in the rain diretto da Chiara Noschese mentre Federico Bellone è alle prese con Charlie e la fabbrica di cioccolato nella Cattedrale della Fabbrica del Vapore. Tornano anche due spettacoli record di incassi, Mary Poppins al Nazionale e Notre Dame de Paris agli Arcimboldi.

C’è poi chi non ha ancora svelato la nuova stagione e per scoprirne i cartelloni bisognerà aspettare settembre. Tra di loro troviamo il Teatro Menotti, Linguaggicreativi, Teatro Libero, Teatro della Cooperativa e la stagione itinerante di Atir Teatro Ringhiera. Tanta curiosità, infine, attorno alla stagione di Campo Teatrale dove quattro spettacoli sono stati scelti da una giuria popolare composta da 71 teatricoltori.

L’alternativo
ALBERI MAESTRI
Un incontro ravvicinato con la natura. Questo quanto offre Alberi maestri inserito nel programma del Festival Tramedautore. Dopo il debutto nei boschi del Monte di Brianza, la performance scritta da Michele Losi e Sofia Bolognini mostrerà gli alberi del Parco Sempione attraverso un’intensa esperienza sonora, poetica e visiva. Una passeggiata che aliena dal mondo contemporaneo e riporta agli albori del pianeta.
15 settembre alle 11.30
Chiostro Nina Vinchi
tramedautore.it

La danza
EUTROPIA
Tra gli appuntamenti imperdibili di MilanOltre Festival c’è la prima nazionale di Eutropia, nuovissimo spettacolo firmato Fattoria Vittadini. Prendendo ispirazione da Le città invisibili di Italo Calvino, la coreografa MariaGiulia Serantoni mostra una riflessione visionaria sull’idea di metropoli come luogo del futuro e spazio da progettare. Sul palco Chiara Ameglio, Cesare Benedetti e Maria Focaraccio.
30 settembre alle 21.00
Teatro Elfo Puccini
milanoltre.org

Il musical
THE FULL MONTY
Tratto dal film record d’incassi del 1997, The Full Monty si appresta a compiere 20 anni dall’esordio a Broadway e per l’occasione torna in Italia una riedizione totalmente rinnovata a firma di Massimo Romeo Piparo. Protagonisti Paolo Conticini e Luca Ward per un cast di stelle che comprende anche Gianni Fantoni, Jomis Bascir e Nicolas Vaporidis. Gli spogliarellisti più amati al mondo faranno scatenare Milano.
Dal 24 ottobre al 17 novembre
Teatro della Luna
teatrodellaluna.com

La prosa
WINSTON VS. CHURCHILL
Giuseppe Battiston, vincitore del Premio Ubu nel 2009, chiamato a portare sul palco l’iconica figura di Winston Churchill nel suo ultimo periodo di vita. Un viaggio biografico che mostra gli aspetti più umani del leader politico a capo del Regno Unito durante la Seconda guerra mondiale. Il regista Paolo Rota gioca molto sul contrasto per raccontare uno dei personaggi più importanti del ventesimo secolo.
Dall’8 al 19 gennaio
Teatro Franco Parenti
teatrofrancoparenti.it


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/