18.5 C
Milano
25. 06. 2021 02:00

Teatro Manzoni, certezza in scena

Le norme anti Covid hanno reso impossibile la classica presentazione della stagione, ma non hanno fermato la voglia di riaprire il sipario

Più letti

Il Teatro Manzoni aveva abituato pubblico e stampa a iniziare la stagione con una grande festa nella sua splendida sala in centro a Milano.

Teatro Manzoni, certezza in scena

Le norme anti Covid hanno reso impossibile tutto ciò quest’anno, ma non hanno fermato la voglia di riaprire il sipario. Una stagione 2020/2021 che inizierà nel segno degli ingressi contingentati con solo il 50% dei posti a disposizione del pubblico. «Questo è un grosso problema – spiega il direttore Alessandro Arnone, in collegamento streaming – soprattutto per teatri come il nostro che non ricevono contributi pubblici se non in minima parte. Riaprire non era scontato, dobbiamo cavarcela con le nostre forze e con le forze del nostro azionista Fininvest che da 42 anni ci supporta. Riapriamo per il nostro pubblico che in questi mesi ci è stato vicino e perché ci sembra doveroso verso la città che ci accoglie».

Prosa. Seppur in modalità online, la conferenza del Manzoni è stata ricca di ospiti per presentare una stagione come da tradizione divisa tra prosa, cabaret, family ed extra. L’onore di riaprire la sala toccherà il 9 ottobre allo spettacolo musicale Queenmania Rhapsody, un chiaro omaggio alla band capitanata da Freddie Mercury. Ovviamente grande attesa per la prosa che inizierà  il 20 ottobre. Sul palco la coppia Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio con Amore mio aiutami, classica commedia all’italiana liberamente ispirata al film del 1969 con Monica Vitti e Alberto Sordi.

Otto gli spettacoli di prosa in programma da ottobre a maggio con in cartellone nomi come Rosita Celentano, Vanessa Incontrada e Antonio Catania. C’è tanta curiosità attorno a Mine Vaganti con Ferzan Ozpetek che firma la sua prima regia teatrale per uno spettacolo tratto dal suo omonimo film e scritto insieme a Ivan Cotroneo. In cast con Francesco Pannofino e Paola Minaccioni non fa che confermare l’impressione di trovarsi davanti a una delle commedie che avrà più successo quest’anno.

Cabaret. Altrettanto ricco il programma cabaret con attori che, negli ultimi anni, hanno già legato il loro nome al Manzoni come Raul Cremona e Angelo Duro, ma anche interessanti novità come la coppia formata da Moni Ovadia e Dario Vergassola. Decisamente variegato il cartellone extra in cui troviamo anche l’eleganzissima Drusilla Foer, il balletto Il lago dei cigni, il monologo di Luca Argentero e l’immancabile lezione di Vittorio Sgarbi dedicata a Dante e Giotto.

Info e biglietti: teatromanzoni.it

In breve

Ancora guai per Morgan: il Tribunale di Milano dà ragione a Bugo

Tutti ricorderanno il famoso siparietto tra Bugo e Morgan durante Sanremo 2020. Oggi il Tribunale di Milano ha dato...