19.4 C
Milano
26. 09. 2021 09:09

Zapping sipario, cosa va in scena a Milano?

L'appuntamento con la rassegna degli spettacoli in scena nei teatri milanesi

Più letti

Ribellione di mezza età
In stato di grazia

Undici personaggi e una sola artista sul palco ad interpretarli tutti. Lei è la spumeggiante Margò Volo. Al centro della storia c’è Grazia donna di mezza età rigida e perbenista che, dopo un incidente, cambia completamente vita diventando una milf spregiudicata capace di mettere in imbarazzo chi l’accusava di essere bigotta.

Da questa premessa surreale nasce, In stato di Grazia, monologo scritto da Tobia Rossi per Margò Volo che con ironia e autoironia, parla di tabù e pregiudizi, di scoperta di sé e libertà sessuale, di menopausa e gioia di vivere, attraverso il monologo-testimonianza di un personaggio bizzarro e senza peli sulla lingua, che affronta il pubblico provocando la reazione che più di tutte caratterizza il rapporto col nostro corpo, i nostri complessi, la nostra intimità: l’imbarazzo.

Grazia diventerà così il bersaglio di una crociata portata avanti da chi ha probabilmente paura della libertà. Ma sarà davvero possibile riportare la donna ai suoi vecchi canoni?

Giovedì alle 21.00
Factory 32
Via Watt 32, Milano
Biglietti: 15 euro su oooh.events

Lo sfogo di un futuro Amleto
Nel guscio

Marco Bonadei debutta in prima nazionale all’Elfo Puccini con Nel guscio scritto dallo sceneggiatore britannico Ian McEwan e diretto da Cristina Crippa. Il guscio del titolo non è altro che l’embrione materno e il protagonista di questo monologo è proprio un feto. Prende così vita un testo che si snoda seguendo il flusso di pensieri e la voce narrante di questo incredibile personaggio.

Il futuro neonato è ormai prossimo alla nascita e davanti a lui sembra attenderlo una trama degna di Amleto con la madre Trudy (diminutivo di Gertrude) che ha un amante di nome Claudio, fratello di un nobile marito di cui si progetta l’eliminazione. Una perfetta trama shakesperiana interpretata da un attore alto un metro e novantadue chiamato a impersonare un feto di 8 mesi.

A differenza dell’Amleto originale, in questa versione, ambientata a Londra in tempi moderni, il protagonista è costretto ad assistere alle trame della madre senza aver possibilità di intervenire.

Da domani al 23 luglio alle 20.30. Domenica alle 16.00
Teatro Elfo Puccini
Corso Buenos Aires 33, Milano
Biglietti: da 16,50 euro su elfo.org

Nell’universo di Pasolini
Questo è il tempo in cui attendo la grazia

Al Teatro Franco Parenti va in scena una biografia onirica e poetica di Pier Paolo Pasolini attraverso le sue sceneggiature. Il titolo è tratto da un verso di Le nuvole si sprofondano lucide, poesia di Pasolini inserita nella raccolta Dal diario pubblicata nel 1954.

Questo è il tempo in cui attendo la grazia è un recital fatto di prosa, poesia e video in grado di entrare nell’universo del letterato bolognese, scomparso tragicamente nel 1975, per riflettere sui temi a lui cari, come lo sguardo puro del fanciullo, la periferia, l’eros, il cristianesimo delle origini, esplorando non il suo cinema cioè il prodotto definitivo delle sceneggiature, ma il suo sguardo.

Uno sguardo in continuo movimento, pieno di echi antichissimi e sempre pronto a cogliere attorno a sé autentici momenti di grazia e di vita. Uno sguardo che ci riguarda, sempre. All’attore Gabriele Portoghese il compito di commemorare uno dei più grandi intellettuali ed artisti del secondo Novecento.

Da domani a domenica alle 20.00
Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14, Milano
Biglietti: a partire da 13,50 euro su teatrofrancoparenti.it

In breve

Giornate Europee del Patrimonio, a Milano al Cenacolo con un solo euro

Oggi e domenica tornano le GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata...