11.9 C
Milano
22. 10. 2021 04:49

Zapping Sipario, la memoria debutta in scena

Ecco cosa va in scena nei teatri milanesi

Più letti

Commedia musicale inglese
Tomorrow Morning

In attesa di inaugurare la stagione estiva il prossimo 10 giugno all’Arena Milano Est, il Teatro Martinitt torna ad accogliere il pubblico in sala con una commedia musicale che regala una boccata di allegria, melodia e spensieratezza.

Il testo dell’inglese Laurence Mark Wythe ha debuttato in patria nel 2006 per poi andare a conquistare gli Stati Uniti dove ha ricevuto il premio come Miglior Spettacolo Off ai Jeff Awards di Chicago. La versione italiana è prodotta dalla compagnia A.M.O. (Attori Momentaneamente Occupati).

Sul palco si intrecciano le storie di due coppie, una pronta a separarsi davanti all’avvocato, l’altra in procinto di convolare a nozze. Entrambe la mattina seguente dovranno mettere la firma su un pezzo di carta, ma per motivi opposti.

La notte si preannuncia movimentata tra paure, gioie e segreti. Lo spettacolo propone risate, riflessioni e tanta musica per arrivare a un finale completamente a sorpresa. Adattamento curato da Piero Di Blasio, in regia Marco Simeoli.

Da domani a domenica
Teatro Martinitt
Via Pitteri 58, Milano
Biglietti: da 20 euro su teatromartinitt.it

L’inferno dei lager
Nel lago del cor

Al Piccolo Teatro Grassi arriva l’ultimo lavoro di Danio Manfredini. Un titolo preso in prestito dal primo canto dell’Inferno di Dante e che porta il pubblico in un altro inferno, quello di un lager nazista per raccontare la Shoah e la ferocia umana. Un deportato, durante la “marcia della morte”, ripercorre sfinito le esperienze drammatiche che ha vissuto nel campo.

Come un fantasma, si fonde alle immagini del lager e rientra in un incubo fatto di miseria, morte, pioggia, neve, freddo, paura. Le parole del deportato sono stralci di dialoghi, frasi salvate dalla memoria, suoni in lingue diverse, di una strana Babele e si intrecciano alle canzoni del soldato liberatore che, come un angelo, lo accompagna in quell’inferno.

Un lavoro che Manfredini dedica ai sopravvissuti dei campi di concentramento rendendolo al tempo stesso un requiem per chi in quei luoghi ha perso la vita. Ad impreziosire ancora di più questo spettacolo ci sono le musiche eseguite dal vivo da Francesco Pini.

Da stasera a domenica
Piccolo Teatro Grassi
Via Rovello 2, Milano
Biglietti: da 14 euro su piccoloteatro.org

Esperimento in tempo di crisi
Idiota

A tre anni di distanza Roberto Rustioni torna al Teatro Elfo Puccini in veste di attore e regista. Stavolta al suo fianco sul palco ci sarà Giulia Trippetta. Il testo, dell’autore catalano Jordi Casanovas, risale al 2014 ma parla di una crisi economica che in questi giorni risulta ancora più attuale.

Tutto ruota intorno a un test psicologico ad alto rischio di cui è vittima Carlos, un esperimento alla Black Mirror giocato nel chiuso di una stanza che ricorda un ring. Lo spettacolo ci mette di fronte a una domanda: cosa siamo disposti a fare quando siamo in crisi e ci troviamo in difficoltà, soprattutto economiche?

Una prima risposta prova a darla il protagonista nel suo confronto serrato con la dottoressa che dirige l’esperimento. Così l’autore costruisce un preciso meccanismo ironico-amaro, in cui niente è ciò che appare, conquistando il pubblico grazie alle sue atmosfere che spaziano tra la commedia ed il noir, tra Woody Allen e Roman Polansky.

Da stasera a domenica
Teatro Elfo Puccini
Corso Buenos Aires 33, Milano
Biglietti: da 16,50 euro su elfo.org

Risate al femminile
ApPunti G

Il Teatro Carcano chiude la rassegna Ci Risiamo! con uno spettacolo che in pochi anni ha saputo subito entrare nel cuore del pubblico raccogliendo applausi e risate. Un testo ironico e dissacrante sulla sessualità femminile scritto, diretto e interpretato da tre note attrici comiche di generazioni differenti, Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Lucia Vasini, e dalla giornalista del Corriere della Sera Livia Grossi.

Quattro donne sul palco capaci, tra monologhi e parti corali, di spaziare tra ricette afrodisiache, consigli sessuali e racconti di cronaca. Alle indiscutibili doti recitative di Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Lucia Vasini si aggiunge l’ottima capacità di storyteller di Livia Grossi. Il pubblico si trova così trasportato in un viaggio nell’universo sessuale femminile che lo mette davanti a mille sfaccettature.

I temi sono tanti, dal mito della “prima volta” all’avvento dei sex robots, dal sesso over 60 alla chirurgia plastica senza dimenticare argomenti più delicati come la prostituzione e i diritti negati.

Stasera e domani alle 19.30
Teatro Carcano
Corso di Porta Romana 63, Milano
Biglietti a 18 euro su teatrocarcano.com

In breve

È tempo di derby d’Italia: chi perde è già fuori dalla lotta scudetto?

Sarà il pubblico, rispetto a una stagione fa, l'aspetto distintivo del derby d'Italia in programma domenica sera alle 20.45...