22.3 C
Milano
29. 05. 2024 13:52

Depurazione delle acque: Lombardia, tutti i lavori al via con i fondi del PNRR

L'intervento a Trezzano sul Naviglio

Più letti

La Giunta regionale lombarda, guidata dall’assessore a Enti locali, Montagna e Utilizzo Risorsa idrica, ha recentemente approvato un importante addendum all’accordo di programma che coinvolge il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e diversi Uffici d’Ambito di Lombardia. Il testo, che riguarda i progetti di depurazione delle acque finanziati con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), estende significativamente il sostegno economico per gli enti locali coinvolti.

Secondo l’assessore regionale, l’addendum modifica le condizioni iniziali dell’accordo, portando l’anticipo del finanziamento PNRR dal 10% al 30%. “Questo provvedimento permette di accelerare la realizzazione di 14 interventi critici per la depurazione delle acque, con un investimento complessivo di circa 86 milioni di euro, di cui circa 65 milioni finanziati dal PNRR”, ha spiegato l’assessore.

Supervisione e implementazione

Il ruolo assegnato a Regione Lombardia è quello di supervisionare l’attuazione degli interventi previsti dall’allegato tecnico dell’accordo, garantendo che ogni fase del processo sia conforme agli standard previsti e rispetti i tempi stabiliti. I principali beneficiari di questi fondi saranno gli Uffici d’Ambito del Servizio Idrico Integrato.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

L’assessore regionale alle Infrastrutture e Opere pubbliche ha evidenziato l’importanza di questo sforzo congiunto: “Attraverso queste iniziative, dimostriamo la nostra dedizione verso la tutela dell’ambiente e l’efficienza delle infrastrutture locali, essenziali per la salute e il benessere dei cittadini lombardi.”

Depurazione delle acque, interventi per provincia

Gli interventi previsti si distribuiscono equamente tra diverse province lombarde, assicurando un impatto ampio e ben distribuito:

  • Bergamo: Un intervento a Bergamo.
  • Brescia: Sette interventi nelle aree di Calvisano, Lograto, Poncarale, Leno, Calcinato, Pavone Mella, Pralboino, Isorella e Visano.
  • Lecco: Un intervento a Valmadrera.
  • Città Metropolitana di Milano: Un intervento a Trezzano sul Naviglio.
  • Pavia: Interventi a Bereguardo, Trivolzio e Groppello Cairoli.
  • Sondrio: Interventi che coprono le aree di Dubino-Nuova Olonio, Piantedo, Delebio, Rogolo, Pedesina e Gerola Alta.

Focus sulla Città Metropolitana di Milano

La Città Metropolitana di Milano, un ente territoriale che comprende il capoluogo lombardo e altri 133 comuni, gioca un ruolo cruciale nell’implementazione di questi interventi. Essendo uno dei principali centri urbani d’Italia, la gestione efficace delle risorse idriche è fondamentale per sostenere sia la popolazione che le numerose attività industriali e agricole della regione.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...