23 C
Milano
17. 05. 2021 14:05

Ad-care prevenzione paradontale ai tempi di Covid

Più letti

Dopo un anno di convivenza forzata con la pandemia da Coronavirus che ha colpito il mondo intero, piano piano si sta incominciando a vedere uno spiraglio di positività grazie al vaccino. Il Covid ha sconvolte le vite di tutti, il modo di relazionarsi con il prossimo, le modalità di lavoro, del fare la spesa e del girare per le vie della città.

Poco alla volta si sta imparando a vivere in maniera differente in modo tale da potersi tutelare e poter tutelare il prossimo e anche tutto ciò che concerne le visite mediche, specialmente quelle odontoiatriche sta iniziando a prendere un regolare giro.

La prevenzione paradontale è fondamentale da preservare e perseguire anche in tempi difficili, la salute dei denti è una questione da non sottovalutare e trascurare. Ecco perché anche ai tempi del Covid, il centro odontoiatrico AD CARE è stato in grado di offrire tutti i suoi servizi in maniera sicura ed efficace.

Un luogo come gli ospedali o un centro dentistico, le norme di igiene e sicurezza sono sempre al primo posto sia per chi è un addetto ai lavori ma anche per i pazienti. Con l’avvento del Covid, esse sono state solamente incrementate affinché chiunque ne abbia bisogno possa proseguire con le cure iniziate o cominciarne delle nuove.

AD CARE: il centro sicuro al tempo del Coronavirus

Il centro odontoiatrico AD CARE ha sede a Milano, in Via Mazzini,12 ed è diretto dalla Dottoressa Federica Semplici. Nel primo centro di prevenzione e cura paradontale, in seguito alla pandemia sono state apportate alcune modifiche radicali in grado di renderlo un luogo sicuro per i dipendenti e per i pazienti.

In primis, è stato riorganizzato il processo di accoglienza dei pazienti, ovvero eliminando l’area reception, sostituendolo con un punto automatizzato all’interno di una lounge, in grado di poter effettuare in maniera sicura e veloce sia la registrazione che il check-in.

Inoltre, i pazienti sono seguiti passo dopo passo sia per le questioni burocratiche ma anche quelle amministrative dal personale di segreteria specializzato oppure tramite il servizio di contac center disponibile dal lunedì al sabato.

In quanto il virus in circolo è trasmissibile attraverso le goccioline di saliva espulse con tosse, starnuti o quando ci si soffia il naso, il centro AD CARE ha incrementato le procedure di pulizia e igienizzazione di tutti gli ambienti e inoltre, sono stati installati dei totem che distribuiscono gel igienizzante per le mani a disposizione per i pazienti in attesa e infine, tutti gli oggetti di contatto come maniglie e tastiere sono state rivestite da coperture plastificate che vengono soventemente sostituite.

Il personale sanitario è stato munito di nuove attrezzature di lavoro, come camici, mascherine, guanti e visiere di protezione.

La sala d’attesa è stata munita di sedie poste a debita distanza di sicurezza e inoltre, il calendario delle visite è organizzato in maniera tale che i pazienti presenti all’interno del centro siano un numero sufficienti per garantire il distanziamento. Infine, ogni paziente viene sottoposto ad uno screening preventivo, con la misurazione della febbre, affinché si possa valutare il suo stato di salute.

AD CARE per i bambini

AD CARE offre all’interno del suo vasto catalogo di specializzazioni anche una sezione di odontoiatria pediatrica, con un’area kids a loro riservata e personalizzata affinché possano avere un’esperienza serena e sicura.

Il team di pedodontico è molto professionale e qualificato nonché esperto nella relazione con i più piccoli, specialmente per i bimbi meno collaborativi.

Fra i servizi classici dell’odontoiatria pediatrica vi è in aggiunta uno spazio dedicato per la rieducazione della muscolatura facciale effettuata dai logopedisti di AD CARE mediante esercizi funzionali mirati.

Massima tecnologia per tutti i servizi

Il Centro si avvale delle tecnologie più moderne e all’avanguardia che l’odontoiatria mette a disposizione affinché si possano sviluppare piani di cura personalizzati per ogni paziente.

Fra queste vi è lo scanner intraorale che sostituisce la tradizionale impronte, velocizzando i tempi per i risultati garantendo una precisione massima. Inoltre, sempre rimanendo in ottica di prevenzione e sicurezza ai tempi del Covi, è possibile monitorare i progressi del proprio trattamento anche a distanza, senza l’esigenza di fissare un appuntamento in poltrona.

 

In breve

Milano, una nuova manifestazione per la “Palestina libera”: «Israele minaccia per l’umanità»

Le violenze nei territori della striscia di Gaza continuano. Così ieri a Milano è andata in scena una nuova...