23.7 C
Milano
21. 06. 2024 12:58

Messi fa “spesa” alla Torre Solaria: calciatori e vip modificano il mercato immobiliare a Milano

Messi prende casa a Milano: ecco come calciatori e vip influiscono sulle quotazioni del mercato immobiliare milanese

Più letti

La “Pulce” Messi ha acquistato un appartamento alla Torre Solaria, l’edificio residenziale più alto d’Italia accendendo i sogni dei tifosi nerazzurri. Aldilà delle suggestioni di calciomercato, l’arrivo di calciatori e diversi vip in città sta cambiando la geografia del mercato immobiliare.

In Italia il Fisco piace agli stranieri

Perché Messi avrebbe scelto proprio una casa in Italia? Aldilà della propria carriera calcistica, le motivazioni potrebbero essere soprattutto di natura fiscale. Comprando casa in Italia il campione godrebbe di una tassazione flat, riservata agli stranieri facoltosi che si trasferiscono nel nostro paese.

Una motivazione che sicuramente ha il suo fascino per il figlio e anche per il padre, dato che in Spagna hanno avuto rapporti conflittuali con il Fisco. Siccome l’ingaggio di Messi è di 50 milioni all’anno, optare per l’Italia significa pagare imposte pari al 2% sul reddito.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

«La scelta di Torre Solaria— ipotizza Vincenzo Albanese, presidente degli agenti immobiliari milanesi di Fimaa Confcommercio — piuttosto che del Bosco Verticale è stata fatta probabilmente perché quell’edificio ha ancora soluzioni libere, mentre il Bosco non solo è tutto occupato ma tra chi a suo tempo ha comprato c’è già chi ha rivenduto o ha messo in affitto l’immobile».

La geografia immobiliare si modifica

Tradizionalmente i giocatori abitavano nelle ville intorno a San Siro, zona che comunque ha mantenuto un certo prestigio: le case vengono vendute a circa 6.000 euro al metro quadro. Certamente nulla a che vedere con le quotazioni della Torre Solaria: secondo i rumors Messi avrebbe acquistato un attico dal valore di 15.000 euro al metro quadro.

Ormai i poli di attrazione per i calciatori si sono spostati appunto in Porta Nuova e al City Life, spingendosi fino al confine dei Giardini d’Inverno di Via Pirelli, dove l’anno scorso Icardi ha acquistato un attico con piscina da 400 metri quadri per 5 milioni di euro.

Vip e calciatori muovono il mercato immobiliare

L’arrivo di vip e calciatori può modificare il valore immobiliare della città? «Un caso isolato no — risponde Albanese — mentre se a vivere in un complesso arrivano più personaggi famosi un qualche effetto di immagine c’è ma soprattutto se si tratta di immobili relativamente accessibili; se invece si tratta di edifici con prezzi milionari e disegnati da archistar il target è formato da persone che badano al sodo: l’esclusività che cercano è quella della casa in sé, avere un vicino calciatore o finanziere poco importa».

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...