24.6 C
Milano
20. 05. 2022 22:02

Museo di Arte Digitale: aprirà a Milano nel 2026

Investimento da sei milioni di euro, sorgerà nell’Albergo diurno di Porta Venezia e negli spazi di MEET

Più letti

Aprirà nel 2026 il Museo di Arte Digitale di Milano. Un’idea partita da lontano e sostenuta a gran voce anche dal ministero della Cultura; il museo sarà ospitato nell’Albergo diurno di Porta Venezia e negli spazi di MEET, il centro di cultura digitale voluto da Fondazione Cariplo diretto, quest’ultimo, da Maria Grazia Mattei. «Mi posso immaginare un museo, quindi un’istituzione pubblica – ha detto ad askanews Maria Grazia Mattei – che vada a scandagliare il passato per saperlo raccontare, che mostri nuovi modi di raccontare e che inneschi processi di produzione creativa, artistica e che valorizzi anche le nostre eccellenze».

Il Museo di Arte Digitale verrà nell’Albergo diurno di Porta Venezia e negli spazi di MEET 

Il Museo di Arte Digitale che verrà ospitato a Milano sarà un unicum in Europa. L’idea di base è quella di creare uno spazio dove poter valorizzare la dimensione digitale e l’aspetto creativo anche in questi ambienti. «Mettere l’accento oggi sull’importanza nella nostra contemporaneità dell’arte digitale – ha aggiunto la direttrice del MEET – è strategico, perché attraverso l’incentivo all’uso culturale, creativo e artistico delle tecnologie vuol dire anche rinnovare stili, modi di comunicazione. Significa mettere testa sul tema del digitale, che viene visto sempre attraverso quello che io chiamo il cannocchiale tecnologico».

L’obiettivo, fare sinergie 

L’idea di base va ben oltre l’obiettivo di creare un luogo fisico. Si punta a mettere in mostra un qualcosa, il digitale appunto, che è entrato di diritto ormai da diversi decenni nella vita di tutti i giorni. E mostrare quanto di creativo è esistito ed esiste in questo campo: «Noi ci sentiamo felici non solo di collaborare – ha concluso Maria Grazia Mattei – ma di fare sinergia per andare a costruire proprio un modello congiunto per raggiungere un identico obiettivo, promuovere la cultura, mettere l’accento su quelli che sono i passi necessari per crescere in maniera creativa e consapevole in questa società digitale che rischia di andare solo verso l’appiattimento e l’uso passivo delle tecnologie».

Un investimento da sei milioni di euro

Per poter creare il Museo di Arte Digitale saranno necessari almeno sei milioni di euro. È questo il preventivo messo sul piatto dagli organizzatori per poter creare il museo. Ci sarà da capire se potranno arrivare finanziamenti magari anche a livello governativo, ma per ora nulla sempre propendere per questo. Sarà decisiva anche la contesa elettorale che ci sarà a Milano nel prossimo 3 e 4 ottobre, quando i milanesi saranno chiamati ad eleggere il loro nuovo Sindaco.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...