Una valorizzazione a 360 gradi del patrimonio artistico e culturale del centro storico. Per migliorarne la vivibilità e promuovere le attività commerciali. E’ con questi obiettivi che il Comune di Milano ha varato il Piano di Zona relativo all’ambito piazza Duomo, corso Vittorio Emanuele II e vie limitrofe. Il documento, di fatto, prevede alcune linee guida finalizzate a un riordino complessivo e a un maggior decoro per le occupazioni. In particolare, il programma indica quali materiali e colori si debbano utilizzare per tavoli, sedie, ombrelloni, tende solari, paraventi, e prevede la sostituzione di vecchi chioschi ed edicole.

LE STRADE • Insomma, è un vero e proprio riordino dell’arredo urbano, redatto da Palazzo Marino in coordinamento con il Municipio 1, Confcommercio e la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano. Il Piano, nello specifico, riguarda piazza Duomo, corso Vittorio Emanuele II, via Cattaneo, via Pellico, via Foscolo, via Berchet, via San Raffaele, via Santa Radegonda, via Ragazzi del ’99, via Agnello, via Hoepli, via San Paolo, piazza Liberty, via San Pietro all’Orto, piazza San Carlo, via Cesare Beccaria, via Passarella, via Pattari e via Marconi.

LINEE GUIDA • In generale tutte le occupazioni dovranno essere composte da arredi di tipo leggero, in modo da creare il minor impatto visivo al contesto. Sono consentite solo le seguenti tipologie, omogenee per forme e materiali. Al piano, che sarà pubblicato sul sito comune.milano.it, dovranno adeguarsi tutti gli esercizi commerciali coinvolte nelle aree di interesse entro il 2021.