prezzi delle case
prezzi delle case

I dati a livello nazionale segnano un calo importante dei prezzi delle case. La crisi dal 2008 a oggi, mai veramente finita, ha lasciato un segno pesante in tutta Italia e il mercato immobiliare è stato uno dei settori più colpiti. C’è un’eccezione a questo trend negativo ed è Milano.

Nella nostra città la curva dei prezzi segue un andamento totalmente opposto, segnando un +6,9%. Da un lato, questo dimostra come il valore della città sia in costante crescita: molti considerano Milano un luogo sempre più desiderabile in cui abitare e in cui investire dal punto di vista immobiliare. Il rovescio della medaglia, però, c’è e non si deve commettere l’errore di sottovalutarlo.

Se il costo della casa aumenta, una fetta sempre maggiore di popolazione avrà sempre più difficoltà ad acquistare, ad avere il via libera per un mutuo. Il rischio è sempre quello di una comunità a due velocità: quelli che ce la fanno, che possono permettersi un finanziamento o che hanno alle spalle famiglie in grado di sostenere un acquisto, contrapposti a quelli che non ce la fanno, che sono costretti a rimanere in affitto, facendo i salti mortali.

C’è chi questo rischio lo conosce e sta facendo importanti investimenti nell’housing sociale, nell’edilizia convenzionata e accessibile. Le istituzioni fanno certo la loro parte. Ma il ripopolamento di Milano a cui stiamo assistendo necessita, forse, di un poderoso investimento sulle politiche per la casa. Senza mortificare un mercato florido, ma senza lasciare indietro nessuno.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/