6.8 C
Milano
19. 01. 2022 18:14

Un Salone del Mobile poco “Super”, ma tanto “Fuori”

A conti fatti il Salone del Mobile non è stato così "Super". Padiglioni ridotti ed un'affluenza semplicemente discreta. È tutto da buttare?

Più letti

San Tommaso soleva dire: «Se non vedo non credo». E così, dall’alto del suo insegnamento, ho voluto testare con mano il tanto atteso e chiacchierato Salone del Mobile, o per meglio dire SuperSalone.

Un Salone del Mobile che poco ricorda le edizioni passate

Dipinto – anche da noi – come il “Salone della ripartenza”, i padiglioni della Fiera di Rho si presentano come un surrogato della classica esposizione che eravamo abituati a vedere a Milano.

Il visitatore romano in fila a pochi passi da me, bloccato da 20 minuti nella coda per i biglietti, scuote la testa e con il suo inconfondibile accento mi dice: «Non è possibile questa organizzazione. Sto Salone lo si guarda in meno di tre ore e poi dei turisti manco l’ombra». Insomma, non una delle migliori premesse.

In effetti, una volta all’interno, il SuperSalone ha poco di “super”: i padiglioni sono solo quattro e tutto pare essere una versione in miniatura. Anche i corridoi tra gli espositori sono ridotti e spesso si è costretti a schivare i visitatori che si soffermano a fotografare. La mancanza più grande è certamente il pubblico delle grandi occasioni. Un dettaglio probabilmente già previsto, tanto che anche gli espositori si trovano spesso a “sonnecchiare” tra gli stand.

È, allora, tutto da buttare? Non proprio, anche se bisogna sforzarsi per guardare il bicchiere mezzo pieno. Insomma, la fiera è tornata a vivere in presenza e questo è già un evento dopo 18 mesi di pandemia e restrizioni. E in fondo, nonostante il pessimismo del visitatore della capitale, si sente un vociferare inglese, tedesco, spagnolo, asiatico.

Diciamo così: la normalità è in cima ad una scala ripidissima e con il SuperSalone possiamo affermare di aver salito i primi gradini. Con il FuoriSalone – ancora acceso per qualche giorno -, forse, già i successivi.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...