Nello stabile già occupato di via Iglesias sono arrivati anche alcuni tossicodipendenti: a segnalarlo alcuni cittadini del quartiere Gorla e lo stesso presidente di Municipio, Samuele Piscina, che adesso insiste per un rapido sgombero. Ma non è l’unica zona della città un po’ sofferente, in questa settimana: parliamo anche di Bande Nere, dove i giardini pubblici sono un po’ allo sbando, di via Rizzoli a Cascina Gobba, di una piazza Gramsci ormai datata e di Navigli maltrattati dai frequentatori della movida (e non solo) ma tutelati da alcuni angeli. Che non si limitano a sbottare o a segnalare, ma che agiscono in prima persona: un esempio per tutti i cittadini di Milano.

Municipio 1 – Sognare un’altra Vetra – Voto 7,5

Una nuova piazza aperta a tutti e attrezzata con panche, piante e tavoli da ping pong quella che si affaccia sul parco di piazza Vetra: inizia a delinearsi la zona che sarà in questo spicchio di città, interessata al momento da lavori di riqualificazione dell’ex esattoria civica. Tra i colonnati sorgerà un distretto del cibo con un ristorante e tre fast food: entro la primavera sarà inaugurata la prima metà dell’edificio, dopo un anno il nastro finale. Presentazione pubblica prevista il 18 ottobre.

Municipio 2 – Gorla, tossici nello stabile – Voto 5

Alcuni cittadini segnalano la presenza di alcuni tossicodipendenti in uno stabile già occupato di via Iglesias: a rilanciare l’allarme direttamente il presidente di Municipio Samuele Piscina e l’assessore alla Sicurezza del parlamentino, Luca Lepore. Lo stabile privato, sede di una ex fabbrica in disuso da anni, è stato occupato nello scorso luglio ma i nuovi arrivi preoccupano giustamente i residenti del quartiere Gorla. Ora la richiesta rivolta all’assessore Scavuzzo è di uno sgombero immediato.

Municipio 3 – Degrado in via Rizzoli – Voto 5

Degrado sul cavalcavia che, da via Rizzoli, conduce alla metropolitana di Cascina Gobba: a segnalarlo alcuni cittadini stanchi della situazione che si ripresenta ciclicamente. Regnano sovrani immondizia, escrementi e un verde selvaggio e incolto che ha persino reso impraticabile una parte del passaggio. Questo tratto di strada è quotidianamente percorso da centinaia di persone, complice la vicinanza dell’ospedale San Raffaele. Che la manutenzione debba essere meglio pianificata in futuro?

Municipio 4 – Da chiesa a spazio culturale – Voto 7

In viale Lucania, al Corvetto, spicca la novecentesca chiesa di San Vittore e Quaranta Martiri, in seguito aggregata alla più grande e moderna parrocchia della Madonna della Medaglia Miracolosa. La prima fu quindi sconsacrata e divenne presto deposito parrocchiale: al momento è interessata da restauri che consegneranno ai residenti della zona un nuovo spazio culturale. Negli scorsi giorni è stata sede di una frequentata mostra fotografica: il resto è ancora da scrivere.

Municipio 5 – Riscoprire il borgo Chiaravalle – Voto 6,5

Per sabato 6 e domenica 7 ottobre sono in programma alcune iniziative volte a riscoprire l’antico borgo di Chiaravalle. Cavalieri templari, antiche tecniche di coltivazione, caseificazione del formaggio, prove di tiro con l’arco, conio di monete, street food e visite guidate: questi alcuni degli ingredienti della bella festa in stile medievale, aperta anche ai bambini. L’evento, organizzato da tutte le associazioni del quartiere, rianima così un luogo della città ancora poco esplorato.

Municipio 6 – Questi martoriati Navigli – Voto 5

Alcuni residenti in zona Navigli segnalano che da tempo il Pavese viene utilizzato come deposito di smaltimento di erba tagliata. Di sicuro non un bel biglietto da visita per milanesi e turisti, senza considerare che l’ingente massa verde blocca le chiuse idroelettriche adibite al blocco dei detriti, obbligando gli addetti a una continua pulizia. Nel frattempo i volontari degli Angeli dei Navigli e della Canottieri San Cristoforo tengono pulito dalle scorribande del fine settimana il Grande.

Municipio 7 – Degrado nei giardini pubblici – Voto 4,5

Alcuni residenti tra piazza Bande Nere, viale Caterina da Forlì, via Anguissola e piazzale Siena segnalano la presenza sempre più invadente di alcuni ubriachi che bivaccano nei giardini pubblici, con risse e sporcizia annesse. Il problema? I minimarket aperti fino alle due di notte, che non rispettano il divieto di vendere alcolici dopo la mezzanotte. Nei fine settimana la situazione peggiora: i cittadini chiedono ora un presidio costante delle forze dell’ordine e multe agli esercizi non in regola.

Municipio 8 – Piazza Gramsci è ko – Voto 5

Sono tanti i cittadini che, come si legge anche sulle social street di zona, vorrebbero una piazza Gramsci diversa. Disegnata all’inizio del Novecento, venne pedonalizzata e ripensata negli anni Novanta con la realizzazione di un parcheggio sotterraneo. Oggi la piazza si presenta con una fontana non funzionante, un chiosco centrale perennemente imbrattato, sampietrini divelti, rattoppi e piante secche. La speranza è che il vento di rinnovamento arrivi anche qui.

Municipio 9 – Fare sport in Comasina – Voto 6

Tutto è bene quel che finisce bene per i ragazzi dell’Osber, polisportiva della Comasina, che erano rimasti senza palestra per potersi allenare: parliamo di cinque squadre tra basket e pallavolo e 80 atleti da under 14 a 30 anni. L’istituto superiore Lagrange di via Litta Modignani 65 concederà la palestra per gli allenamenti serali, in orario quindi extrascolastico: una bella notizia, che rimette al centro della discussione il tema delle sottoutilizzate palestre scolastiche da aprire alla cittadinanza.