18.5 C
Milano
12. 05. 2021 22:09

Milano, ancora contagi tra studenti: un focolaio in una scuola media e in una residenza universitaria

Tornano a preoccupare i casi di contagio tra gli studenti

Più letti

Continua a preoccupare l’esplosione di focolai nelle scuole. L’ultima risale ad una decina di giorni fa presso la scuola media Gianbattista Vico, periferia nord di Milano, ad un tiro di schioppo da Bollate, ormai zona rossa da quasi una settimana. Nove classi su 18 sono in quarantena con 12 tra insegnanti ed educatori positivi.

La situazione. In pratica metà scuola sarebbe ancora agibile, ma i genitori per timore non stanno mandando i figli a scuola. «Tutti si chiedono, davanti a questi numeri, cosa aspetti Ats a chiudere la scuola», racconta Gerardo Salvia, docente e rappresentante sindacale. Oltre al rischio sanitario, c’è un altro problema nella scuola. Le classi deserte, ma non in quarantena, non possono attivare la didattica a distanza. «Ho la classe vuota davanti e i programmi scolastici sostanzialmente sono inchiodati dal fatto che non si possa fare lezione da casa», spiega l’insegnante Franco Teruzzi.

scuola in piazza

Altra situazione critica invece in una residenza dell’Università Bocconi. Qui dopo il primo giorno di screening sono comparsi i primi positivi che hanno costretto all’isolamento l’intero edificio di via Spadolini. «Questa campagna di test era stata prevista come misura aggiuntiva di prevenzione — spiegano dall’ateneo —. Eravamo partiti a luglio con i test sierologici per tutta la comunità Bocconi, da ottobre il via anche ai tamponi, poi c’è stato il lockdown. E adesso con l’avvio del semestre abbiamo iniziato con i test rapidi nelle residenze».

I corsi in presenza erano appena ripresi ed al campus della Bocconi frequentavano a turno le lezioni circa 1.800 studenti.

In breve

Torre Milano, completata la struttura esterna del “grattacielo” della Maggiolina

La Torre Milano, l'edificio di 80 metri composto da 23 piani in via Stresa a Milano, è in fase...