8.2 C
Milano
04. 12. 2022 19:52

Vittime di mafia: Milano ricorda così Emanuela Setti Carraro

40 anni fa l’uccisione assieme al marito Carlo Alberto Dalla Chiesa

Più letti

Milano ha deciso di ricordare una delle vittime di mafia della nostra italiana: Emanuela Setti Carraro, moglie del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, uccisa 40 anni fa assieme al marito. In suo onore e per celebrarne la memoria il Comune ha deciso di intitolarle la passeggiata centrale di viale Bianca Maria. Una scelta per nulla banale, anzi: una passeggiata, un’isola verde all’interno della città e del suo caotico traffico, una zona simbolo di pace e armonia. Come a voler ricordare chi, oggi, vive nel ricordo di tutti dopo un fine vita tragico.

Vittime di mafia, passeggiata Emanuela Setti Carraro
Vittime di mafia, passeggiata Emanuela Setti Carraro

Vittime di mafia, ecco come Milano ricorda Emanuela Setti Carraro 

Emanuela Setti Carraro, moglie del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, venne uccisa da Cosa Nostra a Palermo insieme al marito e a un agente della scorta nella strage di via Carini, il 3 settembre di 40 anni esatti. La passeggiata al centro di viale Bianca Maria si trova nel tratto compreso tra Corso Monforte e Via Zanardelli, lungo le mura spagnole. Ad accompagnare la targa una scritta, inequivocabile: «vittima di mafia».

Passeggiata Emanuela Setti Carraro
Passeggiata Emanuela Setti Carraro

Il ricordo del Comune di Milano

“Questa intitolazione – riflette l’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Tommaso Sacchi – permetterà alle nuove generazioni di conoscere un pezzo della storia più violenta e drammatica d’Italia. Un’intitolazione che faccia pensare, come quelle a tanti uomini e donne che stiamo ricordando grazie alla toponomastica». Il Comune dedicherà anche la passeggiata all’interno del parco di CityLife a Gianni Sassi,  imprenditore, editore, produttore discografico, inventore del marketing culturale. 

Targa in ricordo di Carlo Alberto Dalla Chiesa a Milano
Targa in ricordo di Carlo Alberto Dalla Chiesa a Milano

Tutte le attività per ricordare il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa

La città di Milano ha organizzato una serie di attività per ricordare quanto accaduto il 3 settembre del 1982 quando, pochi mesi dopo essere stato nominato Prefetto di Palermo, il Generale dei Carabinieri Carlo Alberto dalla Chiesa cadeva vittima della strage mafiosa di via Carini, dove persero la vita anche la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo. E Milano ha deciso di ricordare l’accaduto con queste attività: sabato 3 settembre, alle ore 10:30, con la Santa Messa in Suffragio presso la Basilica di Santa Maria delle Grazie; alle ore 11:30, con la Deposizione delle Corone in prossimità del Monumento al Carabiniere (in piazza Diaz) e, infine, alle ore 18:30, con l’inaugurazione della passeggiata “Emanuela Setti Carraro” in viale Bianca Maria (angolo via Zanardelli).

Carabinieri
Carabinieri

Le celebrazioni sono proseguite domenica 4 settembre, alle ore 18:45, nella splendida cornice del Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, con il Concerto della Banda musicale dell’Arma dei Carabinieri, nota in ogni parte del mondo per la varietà del repertorio. Lunedì 5 settembre, alle ore 10:00, poi, con lo scoprimento della targa dedicata a Emanuela Setti Carraro e Domenico Russo (in piazza Diaz), mentre, alle ore 20:00, presso il Teatro Franco Parenti, con la proiezione del film “GENERALE. Rivivendo Carlo Alberto dalla Chiesa” di Dora dalla Chiesa (prodotto da RAI Storia, con la regia di Lorenzo Rossi Espagnet).

Carabinieri in cerimonia
Carabinieri in cerimonia

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...