5.9 C
Milano
25. 04. 2024 07:11

Don Gnocchi, i parenti delle vittime chiedono un risarcimento danni

I parenti delle vittime del Don Gnocchi inviano decine di lettere alla Fondazione per ottenere un risarcimento danni

Più letti

I parenti delle vittime delle RSA lombarde continuano a mobilitarsi. Dopo già una decina di lettere di richiesta di risarcimento danni inviate , altre nuove stanno per essere indirizzate all’Istituto Palazzolo Don Gnocchi di Milano.

Le lettere. Le missive inviate alla RSA sono firmate dai legali dello studio dell’avvocato Romolo Reboa. Nel contenuto si sottolinea il «nesso causale tra la responsabilità della Fondazione e la morte dei pazienti». In un passaggio di una delle lettere viene scritto chiaramente: «L’apertura nella seconda settimana di Marzo 2020 all’interno dell’Istituto Palazzolo di un reparto dedicato all’assistenza a bassa intensità dei pazienti Covid positivi è ulteriore dimostrazione dell’assenza strutturale di una corretta valutazione del Clinical Risk Management».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Le accuse ruotano anche sulla mancanza di un comitato interno che valutasse la situazione epidemiologica. «Una struttura delle dimensioni dell’Istituto Palazzolo – si legge ancora – è tenuta ad avere nel proprio seno un Comitato Ospedaliero per le Infezioni Nosocomiali. Tale comitato non è presente all’interno dell’organigramma della Fondazione, perciò si presume che questa sia un’omissione gravissima, sufficiente a far presumere le responsabilità gestionali».

 

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...