9.8 C
Milano
05. 03. 2024 01:07

Milano, anche gli operatori sanitari chiedono aiuto: “Vogliamo i diritti degli operatori pubblici”

Un nuovo giorno di proteste a Milano: in piazza gli operatori sanitari

Più letti

Quest’oggi hanno scioperato anche i lavoratori e le lavoratrici che si prendono cura delle persone diversamente abili nelle scuole, nei centri diurni e residenziali, nei servizi di assistenza domiciliare, nel settore dell’accoglienza e della povertà. Alle ore 10.30, una delegazione è stata ricevuta in Prefettura; alle 14.00 sarà invece possibile proseguire lo sciopero durante un’assemblea regionale pubblica che si terrà sulla piattaforma zoom. (https://us02web.zoom/j/88460747046).

Italia. Lo sciopero nazionale prevede iniziative organizzate anche nelle città di Roma, Bologna, Reggio Emilia, Rimini e Firenze. «Scioperiamo perché diamo il 100% nel nostro lavoro e vogliamo il 100% del salario in caso di un ulteriore lockdown», si legge nei cartelloni esposti.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Richieste. Gli operatori chiedono quindi investimenti sulla manutenzione delle strutture scolastiche e la garanzia di sicurezza in un momento critico per il Paese. La richiesta coinvolge anche la re-internalizzazione dei servizi pubblici in appalto. «Lavoriamo in servizi pubblici essenziali per la cittadinanza e le persone in difficoltà. Vogliamo le stesse tutele e gli stessi diritti dei dipendenti pubblici».

In breve

FantaMunicipio #21: tutto il fieno che va in cascina in città

Settimana ricca di incontri, di novità e di fieno in cascina in città. Sono in via di definizione gli...
A2A
A2A