22.8 C
Milano
26. 06. 2022 03:32

MIND, arriva il progetto dei parchi: un punto d’incontro tra sport, ricerca e salute

Nel progetto uno parco lineare di 1,5 km e altri due "Grandi Parchi"

Più letti

Siamo a Cascina Triulza, una delle location più originali e suggestive dell’area metropolitana milanese, già sede del primo Padiglione della Società Civile a Expo 2015 e da allora Hub per l’Innovazione Sociale di MIND Milano Innovation District: laboratorio di innovazione urbana, sociale e ambientale, dove sta per nascere uno dei parchi lineari più grandi d’Europa, lungo 1,5 km, e due “Grandi Parchi”: il Parco del Cibo e della Salute e il Parco dello Sport e dell’Intrattenimento.

MIND, la presentazione del progetto sui nuovi parchi

Il progetto è stato presentato questa mattina, idealmente tenuto a battesimo dall’assessora all’ambiente e al verde del Comune di Milano Elena Grandi, alla sua prima uscita pubblica nella sua nuova carica: «L’idea di bene comune è quella che deve guidarci in tutto questo mandato. Quando il verde e la biodiversità non sono una semplice comparsa, ma protagonisti della rigenerazione di un territorio e quando li si considera laboratorio di progetti e idee, non un banale ornamento del paesaggio, allora stiamo andando nella direzione giusta. Per questo guardo con grande interesse all’esito del percorso partecipato che inizia oggi e che ci vedrà sicuramente parte attiva come Assessorato all’Ambiente e al Verde».

Fondazione Triulza, rete del Terzo Settore e dell’economia civile, che all’interno di MIND opera su innovazione sociale e community engagement, con tutti gli stakeholder e le comunità dà il via ad un percorso triennale partecipato per studiare modelli innovativi di governance, gestione e animazione e per coinvolgere le comunità nell’animazione del Parco. «Il Parco è il miglior ambito di azione per attivare fin da subito stakeholder, cittadini, organizzazioni, imprese, scuole e le tante reti del terzo settore e dell’economia civile che afferisco alla Fondazione – ha dichiarato Barbara Meggetto, Vice Presidente Vicario di Fondazione Triulza e Presidente Legambiente Lombardia – Partiamo con un percorso laboratoriale che guarda al futuro immediato, tra tre anni, quando la prima parte del parco sarà pronta e alla costruzione di un modello di governance partecipato e aperto, innovativo e concentrato sulla sostenibilità ambientale e sociale. Il Community Park di MIND, tessuto connettivo tra persone, funzioni e territori, sarà la base per un modello di città del futuro innovativa, inclusiva e sostenibile».

MIND, anche la Fidal collabora al progetto

Dall’ospedale Galeazzi al carcere di Bollate Svariate le esperienze e buone pratiche presentate oggi potranno essere approfondite o implementate nel percorso Community Park in MIND. Giuseppe Banfi, Direttore Scientifico dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, che aprirà sul sito nel 2023 un nuovo ospedale, ha anticipato che il Parco MIND, grazie alla collaborazione con la Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL) sarà il punto di incontro tra sport, ricerca e salute, con programmi di attività fisica personalizzata, eventi sportivi e ricerca scientifica in ambito sportivo. Sul ruolo inclusivo del verde ha parlato Susanna Magistretti, Presidente della Cooperativa Sociale Cascina Bollate, il vivaio della Casa di Reclusione di Milano – Bollate che permette ad alcuni detenuti di usare il tempo della pena per imparare un mestiere per il loro futuro, una volta tornati in libertà.

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...