#Sipario: da Schianto a Le notti bianche

Schianto
Schianto

#Sipario la nostra rubrica teatrale settimanale oggi vi propone quattro spettacoli in scena a Milano da Schianto a Le notti bianche

Ossessioni generazionali
Schianto

Sarà la Compagnia Oyes, premio Hystrio nel 2018 ad aprire la rassegna Con altri occhi organizzata dal Teatro Franco Parenti. Un’occasione per dare spazio a quattro giovani compagnie che negli ultimi anni hanno saputo ritagliarsi un importante spazio nel panorama teatrale milanese e nazionale. Gli Oyes portano in scena Schianto, uno spettacolo on the road con protagonisti un disilluso cinico ed un esuberante tassista che ha appena scoperto di diventare padre. Una storia che in 60 minuti riesce a toccare più generi dal pop colorato dei fumetti alle atmosfere notturne e stranianti alla David Lynch. «È uno spettacolo sulle ossessioni generazionali – spiega il regista Stefano Cordella –. Sono quattro personaggi che si scoprono inadeguati davanti al cambiamento. Lo schianto li obbliga a fermarsi. In questo stallo sono costretti a fare i conti con se stessi e con quanto costruito sino ad ora, mettendo in evidenza la difficoltà di prendersi le proprie responsabilità».

Da martedì al 17 novembre
Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14, Milano
Biglietti: da 15 euso su teatrofrancoparenti.it

 

Due figlie tre valigie
Due figlie tre valigie

Equivoci alla francese
Due figlie, tre valigie

Anche per il Teatro San Babila è arrivato il momento di aprire la propria stagione di prosa. Si inizia con una commedia francese scritta da Claude Magnier nel 1958 da cui Hollywood ha tratto il film Oscar – Un fidanzato per due figlie interpretato da Sylvester Stallone. La rivincita di un dipendente nei confronti del proprio datore di lavoro, il ricatto per avere un aumento di stipendio a cui segue la richiesta di sposarne la figlia, l’irruzione di altri personaggi che rendono ancora più bizzarra e confusa la situazione. Due figlie, tre valigie si preannuncia essere una spassosa commedia degli equivoci destinata a regalare tante risate al pubblico in sala. Prima delle due nuove produzioni stagionali della Compagnia Teatro San Babila, Due figlie, tre valigie vede Marco Vaccari in regia e un cast che comprende di Marino Zerbin, Elisabetta Cesone, Stefania Pepe, Giulia Marchesi, Gianni Lamanna, Lorenzo Alfieri, Sara Caprera e lo stesso Marco Vaccari.

Da martedì al 17 novembre
Teatro San Babila
Corso Venezia 2/A, Milano
Biglietti: da 12 euro su teatrosanbabilamilano.it

 

Open – la mia storia
Open – la mia storia

La leggenda di Agassi
Open – la mia storia

Nel 2009 Open sorprese tutti diventando un best seller e uno dei libri più apprezzati dell’anno al punto di essere definito «Uno dei più appassionanti libri contro lo sport che siano mai stati scritti da un atleta». L’autobiografia del tennista Andre Agassi, realizzata con il contributo del Premio Pulitzer J.R. Moehringer, è un vero e proprio romanzo di formazione di grandissima profondità capace di appassionare anche i non sportivi. Pagina dopo pagina Agassi si racconta, dai successi sui campi di tennis all’amore per Steffi Graf con un approfondimento importante sul burrascoso rapporto col padre. Invisibile Kollettivo ha deciso di portare questa storia a teatro attraverso una lettura scenica che rispetta alla lettera il testo e che, grazie ai cinque attori sul palco, ne accresce l’enfasi trasportando lo spettatore negli Stati Uniti per seguire da vicino la favola contemporanea di un bambino che ha fatto della sua vita l’incarnazione del sogno americano.

Da martedì al 17 novembre
Teatro Elfo Puccini
Corso Buenos Aires 33, Milano
Biglietti: da 22 euro su elfo.org

 

Le notti bianche
Le notti bianche

Intramontabile Dostoevskij
Le notti bianche

La Compagnia PianoinBilico presenta in anteprima nazionale al Teatro Pime Le notti bianche di Dostoevskij, diretto e interpretato da Paolo Garghentino e Silvia Giulia Mendola con l’adattamento di Livia Castiglioni e Dario Merlini. Un uomo e una donna s’incontrano durante un bizzarro fenomeno atmosferico che interessa tutto il globo terrestre, un eccezionale evento noto come Le Notti Bianche: per cinque notti il sole non calerà mai del tutto, illuminando il cielo anche nelle ore notturne. Questo fenomeno comporterà il malfunzionamento di tutti gli apparecchi elettronici, una sorta di bolla atemporale in cui i nostri protagonisti si trovano immersi. Il pubblico rimarrà colpito anche dalla scenografia, l’ambientazione delle Notti Bianche sarà infatti rappresentata da una città indefinita, illuminata da una luce eterea, a evocare i labili confini che esistono tra il sogno e la realtà, tra il ricordo e la fantasia e tra le speranze e le delusioni d’amore.

Venerdì alle 21
Teatro Pime
Via Mosè Bianchi 94, Milano
Biglietti: da 12 euro a info@teatropime.it


www.mitomorrow.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here