Saranno sette giorni di 36 incontri, 11 mostre, 12 workshop a ingresso gratuito. Tornano da domani, fino al 18 ottobre, i Brera Design Days, festival che cresce di anno in anno e punta a radicare sempre più il ruolo di Milano di capitale del design, anche oltre al Salone del Mobile. Interverranno 145 ospiti in 23 location del distretto di Brera. Obiettivo: indagare le relazioni del design con la progettazione, le politiche urbane, la grafica, l’industria 4.0 e i trend.

IL TEMA • La kermesse, per il terzo anno organizzata da Studiolabo, si rivolge non solo agli addetti ai lavori ma all’intera città e traccia le linee del presente del design esplorando le possibili direzioni future. Il tema dell’edizione 2018 è Design Your Life e prende spunto dal libro di culto degli autori americani Bill Burnett e Dave Evans, che invita ad applicare il design thinking nella vita di ognuno di noi: l’approccio progettuale, la sperimentazione e l’imprevisto possono generare crescita in qualsiasi campo e a qualsiasi età. Al tema verrà dedicata la giornata del 13 ottobre con una serie di talk nella Microsoft House, in cui si parlerà di algoritmi, processi decisionali, creative working e dell’utilità dell’inutile.

GLI SPAZI • Pensato come festival diffuso nel quartiere di Brera e nei suoi dintorni, Brera Design Days quest’anno vede coinvolti sei spazi principali: Microsoft House (viale Pasubio 21) e la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli (viale Pasubio 5), Brera Design Apartment (via Palermo 1), Milano Luiss Hub for makers and students (via Massimo d’Azeglio 3), Sala Buzzati (via Balzan 3) e il Laboratorio Formentini per l’editoria (via Formentini 10). L’elenco completo degli eventi gratuiti fino ad esaurimento posti è su breradesigndays.it.