buttafuoco
buttafuoco

Ventitré anni di “Consorzio Club del Buttafuoco Storico”. E il palcoscenico scelto per festeggiarli, per la prima volta, è Milano. Domani a Palazzo Bovara (corso Venezia 51) si celebra “Il giorno del Buttafuoco Storico”, con un dibattito e un banco di assaggio aperto al pubblico.

Vino prestigioso, prodotto nell’Oltrepò Pavese, il Buttafuoco Storico è un vino morbido, potente e strutturato, con una produzione ristretta, a filiera chiusa e controllata. Il Club del Buttafuoco Storico è nato nel 1996: si tratta di una libera associazione con lo scopo di tutelare il prodotto e conta 14 viticoltori. L’evento di domani si aprirà alle 10.30, con un dibattito tra istituzioni moderato da Gene Gnocchi, con la partecipazione di diversi esponenti del mondo vitivinicolo.

Mentre nel pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00, verrà proposto un banco d’assaggio aperto al pubblico, con quattordici produttori. «Portiamo le nostre vigne, la vera storia del nostro territorio a Milano per incontrare il pubblico milanese, la stampa e gli amanti dell’Oltrepò Pavese – racconta Marco Maggi, presidente del Club del Buttafuoco Storico -. Siamo pronti alla ribalta milanese, produciamo alta qualità, curiamo la nostra vigna e la nostra filiera. Info su buttafuocostorico.com.


www.mitomorrow.it