24.1 C
Milano
29. 05. 2024 15:54

Cantieri metropolitani e ferroviari di Milano: il 50% fermi o con ritardi pesanti

I cantieri completamente fermi o non iniziati aumentati drasticamente: tutte le criticità attuali

Più letti

Milano affronta gravi difficoltà nei suoi progetti infrastrutturali. Secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Oti Nord di Confindustria, dedicato alla logistica del Nord Italia, circa il 50% dei cantieri metropolitani e ferroviari nella regione lombarda sono fermi o subiscono pesanti ritardi, una situazione che peggiora rispetto alle rilevazioni precedenti.

Cantieri metropolitani e ferroviari di Milano, l’analisi del rapporto: un quadro preoccupante

Il rapporto evidenzia che i cantieri metropolitani e ferroviari attivi sono passati dal 30% al 33% tra il 2022 e il 2023, mentre quelli in ritardo sono diminuiti dal 40% al 22%. Tuttavia, quelli completamente fermi o non ancora iniziati sono aumentati drasticamente, passando dal 30% al 44%. Milano si trova al centro di questo scenario negativo, con tre grandi progetti ferroviari che sono particolarmente critici.

Cantieri ferroviari critici della città di Milano

1. Milano-Seveso-Asso: Questo progetto dovrebbe essere avviato entro il 2024, ma è già in ritardo di alcuni anni rispetto al programma originale, con una conclusione prevista per il 2027. Nonostante le risorse necessarie (68 milioni di euro) siano state stanziate, i rallentamenti persistono.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

2. Milano-Mortara: Il progetto prevede il raddoppio della linea con un investimento totale di 874 milioni di euro. La fase iniziale copre la tratta Albairate-Abbiategrasso, ma i fondi necessari (282 milioni di euro) non sono ancora stati allocati.

3. Pavia-Voghera: Questo quadruplicamento della tratta ferroviaria fa parte del nuovo progetto di alta velocità Milano-Genova. La sezione tra Rogoredo e Pieve Emanuele dovrebbe essere completata entro il 2026, ma l’intero progetto potrebbe slittare al 2030 se i problemi non saranno risolti a breve.

Problemi nelle metropolitane di Milano

Anche il sistema metropolitano di Milano è afflitto da ritardi significativi, soprattutto nella realizzazione della linea M4, i cui prolungamenti hanno subito numerosi rinvii:

Estensione M1 verso Cinisello/Monza Bettola: Questa estensione di 1,9 km con due nuove fermate è stata interrotta dopo che l’impresa precedente ha rinunciato al contratto. Attualmente, i lavori sono al 55% del loro completamento e mancano 38 milioni di euro. L’apertura è ora prevista per il 2027, un ritardo di tre anni.

Raddoppio della linea M5 verso Monza: Questo progetto prevede 13 km di nuovo tracciato con fino a 12 fermate. Ancora sono necessari finanziamenti aggiuntivi per coprire i costi extra, con l’avvio dei lavori previsto per il 2025 e la conclusione nel 2032, due anni oltre le previsioni.

La sicurezza nelle metropolitane di Milano

Oltre ai ritardi infrastrutturali, la sicurezza nelle metropolitane di Milano è un’altra crescente preoccupazione. Recenti dati della Polizia Locale indicano un aumento delle attività delinquenziali nelle stazioni, con episodi di violenza e furto che mettono a rischio la sicurezza dei pendolari. Questa tendenza negativa sollecita una risposta più forte e coordinata da parte delle autorità per garantire la sicurezza e l’ordine pubblico.

Mentre Milano cerca di espandere e migliorare la sua infrastruttura di trasporto, i continui ritardi e problemi di finanziamento rappresentano un serio ostacolo. La capacità della città di risolvere queste questioni sarà cruciale per il suo futuro sviluppo urbano e la qualità della vita dei suoi cittadini.

Tutte le nuove linee delle metropolitane non ancora realizzate ma che sono state previste (o sognate dai cittadini)

Le nuove linee delle metropolitane di Milano sono parte di un ambizioso progetto di espansione della rete attuale per rispondere alle crescenti esigenze di mobilità della metropoli. Ecco le principali opere in corso o pianificate:

1. Linea M4 (Linea Blu): Collega l’aeroporto di Linate con il quartiere di San Cristoforo, attraversando il centro di Milano. Questa linea, una volta completata, migliorerà notevolmente l’accesso all’aeroporto e il collegamento tra est e ovest della città.

2. Prolungamento della Linea M1: Include l’estensione da Sesto 1° Maggio FS a Monza Bettola. Questo prolungamento mira a servire meglio l’area nord-est di Milano e le zone suburbane, facilitando l’accesso al centro città.

3. Prolungamento della Linea M2: Progetto di estensione da Cologno Nord a Vimercate. Anche questo sviluppo è pensato per migliorare i collegamenti con le aree periferiche a est di Milano.

4. Prolungamento della Linea M3: Esistono piani per estendere questa linea da San Donato a Paullo, ulteriormente a sud-est, per servire una regione attualmente sottoservita dal trasporto pubblico.

5. Linea M5 (Linea Lilla): Prolungamenti previsti includono l’estensione verso nord fino a Monza e verso sud dal Bignami a Settimo Milanese. Questi prolungamenti mirano a coprire importanti aree residenziali e industriali, facilitando movimenti rapidi e diretti verso e dal centro di Milano.

Questi progetti, tutti questi cantieri metropolitani e ferroviari, rappresentano un notevole investimento nella mobilità urbana e sono fondamentali per il futuro sviluppo della città di Milano, mirando a ridurre il traffico automobilistico, migliorare la qualità dell’aria e rendere il trasporto pubblico più accessibile e conveniente per i residenti e i visitatori della metropoli lombarda.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...